Question Time, chiarimenti sul People Mover

44

BOLOGNA – L’assessore Claudio Mazzanti ha risposto, in seduta di Question Time, alla domanda d’attualità del consigliere Umberto Bosco (Lega nord) sul People Mover.

La domanda del consigliere Bosco
“People Mover fermo causa neve. Alla luce dell’articolo di stampa chiedo al Sindaco ed alla Giunta un parere politico-amministrativo nel merito. In particolare chiedo di sapere se ritengano corretto che i passeggeri, costretti a utilizzare un mezzo sostitutivo, siano tenuti a pagare il medesimo importo e se intendano sollecitare una rimodulazione delle tariffe”.

La risposta dell’assessore Mazzanti
“Gentile consigliere,
i mezzi sostitutivi, che vengono attivati sia in caso di situazioni meteorologiche avverse che in caso di guasto o altri fermi del sistema, sono fruibili con gli stessi titoli di viaggio del Marconi Express, che sono identificati dall’indicazione “Marconi Express” sul display dell’autobus stesso. La politica sulla agevolazioni e riduzioni tariffarie, fatto salvo l’adeguamento annuale del valore del biglietto intero, così come sulle regole del viaggio sono autonomamente stabilite e attivate dal concessionario. Per quanto riguarda le altre affermazioni che lei ha fatto, quel mezzo ha un regolamento di funzionalità e di esercizio che è stato definito dopo il nulla osta alla partenza dall’Utif, che è l’organo statale per definire se un mezzo può funzionare o meno e in quale modo. Chiaramente, come ha detto la presidente di Marconi Express, nella prima fase di partenza questo mezzo – che non va mai dimenticato, è un prototipo, che sta per essere realizzato anche in altre città in Italia e in Europa, ma il nostro è il primo ad essere realizzato dopo aver vinto una regolare gara d’appalto -, ha un periodo che precede un regolamento di esercizio.

È evidente che ci sono degli affinamenti tecnici che il costruttore insieme a Marconi Express stanno valutando e adeguando in modo che l’attività possa trovare un punto di equilibrio. In questo caso, come lei avrà letto sulla stampa che ha ripreso il comunicato di Marconi Express, il mezzo che avrebbe dovuto transitare per liberare la pista da ghiaccio e quant’altro era comunque un mezzo che hanno cercato di usare il meno possibile perché è molto rumoroso. Per cui il regolamento di esercizio dice in modo chiaro che non c’erano le condizioni per farlo funzionare, stante questa fase, come ha spiegato anche in passato Marconi Express. Per quanto riguarda il numero di viaggiatori, quelli che abbiamo a disposizione ci dicono che il People Mover, rispetto ai pochissimi voli che oggi vengono effettuati, è utilizzato da oltre un terzo dei passeggeri che scendono dagli aerei al Marconi, che preferiscono un mezzo che collega direttamente l’aeroporto con la Stazione, dove si collegano all’alta velocità”.