Question Time, chiarimenti su nuovo Dpcm e politiche su mobilità e sosta

27
BOLOGNA – L’assessore alle Politiche per la mobilità Claudio Mazzanti ha risposto, nel corso della seduta di Question Time, alla domanda d’attualità del consigliere Umberto Bosco (Lega nord) sulle ricadute dell’ultimo Dpcm sulla mobilità.

Domanda d’attualità del consigliere Bosco
“Alla luce dell’articolo di stampa, si chiede il parere della Giunta. In particolare si chiede se, a fronte della rinnovata contrazione della capienza dei mezzi pubblici ad opera dei DPCM, non intenda rendere nuovamente gratuita la sosta nelle strisce blu”.

Risposta dell’assessore Mazzanti
“Molto probabilmente il consigliere Bosco non si ricorderà le motivazioni che portarono alla sospensione, allora, alla sospensione dei controlli su strisce blu, non per la tenuta del sistema ma per tutelare gli accertatori della sosta in presenza di un lockdown totale. In riferimento alla sua domanda le preciso che al momento non si ravvisano motivi per i quali si dovrebbe istituire la gratuità della sosta atteso che con l’attivazione della didattica a distanza per le scuole superiori e l’incentivazione alla modalità di lavoro in smart working, non sono segnalati problemi di carico sul trasporto pubblico locale, mentre permane la necessità di tutelare l’offerta di sosta a beneficio dei residenti considerato che l’attività produttiva della città sostanzialmente è rimasta inalterata per quanto riguarda sopratutto le ore diurne, per cui non abbiamo anche oggi situazioni di sovraccarico e devo dire che, dai segnali che ci arrivano questa mattina, la situazione è ampiamente sotto controllo e stiamo rispettando i limiti, e aggiungo anche che, come lei consigliera ha letto sui giornali questa mattina, la Prefettura, in accordo con noi, con Tper e tutto l’ambito metropolitano ha aumentato in modo esponenziale i controlli sui mezzi proprio per evitare di andare oltre il 50% di riempimento”.