Provincia di Rimini: Ponte di Verucchio, entro Natale la riapertura al traffico nei due sensi

21

provincia di Rimini logoRIMINI – “Prima del prossimo Natale 2021 – dichiara il presidente della Provincia di Rimini, Riziero Santi – sul Ponte di Verucchio sarà tolto il semaforo che regola il senso unico alternato e sarà riaperto il traffico nel doppio senso di marcia. Gli utenti hanno subito in questi giorni alcuni disagi anche per l’intensificazione delle attività di cantiere. Si è così potuto terminare l’intervento di taglio dei giunti e di sollevamento e riposizionamento di tutte le travi del ponte che erano pressate dalla forza impressa dall’avvicinamento delle due spalle del versante Verucchio e del versante Poggio Torriana. L’intervento è stato svolto in tutta sicurezza, con l’ausilio di sofisticate tecniche realizzative, senza ricorrere alla chiusura del ponte al traffico che – questo sì – avrebbe gravato pesantemente sulla popolazione e sulle attività economiche.

Dopo il riposizionamento delle travi, appena terminato, si procederà al rafforzamento dei pulvini e poi alla riasfaltatura e posizionamento dei nuovi giunti, dopo di che si potrà riaprire il ponte a doppio senso di circolazione, il tutto indicativamente entro Natale. Dovrei aggiungere: condizioni meteo permettendo. È già in fase di esame da parte degli Uffici, il secondo progetto, dell’importo di 1.000.000 di euro, con il quale si andranno a rafforzare le pile, innalzare il parapetto pedonale e installare nuovi guardrail. Per questo intervento, che comincerà nella primavera, si è ipotizzato di riuscire ad operare da sotto, ovvero con tralicci in alveo. Pertanto, salvo alcune lavorazioni che dovranno necessariamente essere condotte da sopra, non ci dovrebbero essere limitazioni importanti alla circolazione, confermando il doppio senso di circolazione. Si concluderà così positivamente e nei tempi programmati, nonostante il covid, un intervento molto complesso, svolto in più fasi e stralci per un investimento complessivo di 4.020.000 euro, di cui: 473.000 euro per i lavori in emergenza, 1.253.000 euro lo stralcio che si concluderà entro Natale prossimo, 1.294.000 euro per lo stralcio riguardante pile e parapetti che si concluderà entro marzo, 1.000.000 di euro per il miglioramento sismico entro il 2022.”