Provincia di Modena: viabilità provinciale, al via le manutenzioni estive

10

Quasi sei milioni di euro, lavori anche di notte

MODENA – Partono le manutenzioni estive della Provincia lungo la rete di 928 chilometri di strade provinciali; da lunedì 28 giugno partono i primi cantieri in Appennino sulla strada provinciale 324 nel tratto compreso tra Sant’Anna Pelago e Pievepelago e in pianura sulla strada provinciale 569 Nuova pedemontana nella zona di Solignano.

I lavori prevedono la fresatura della pavimentazione e il rifacimento del manto stradale nei tratti più degradati.

Nei giorni scorsi si sono concluse le gare d’appalto per assegnare i lavori per un importo di quattro milioni finanziati con risorse statali, a cui vanno sommati due milioni provenienti dall’avanzo disponibile dell’ente.

Gli interventi in montagna saranno realizzati dal Frantoio fondovalle, nella zona est, e dalla ditta Crovetti Dante nella zona ovest per complessivi due milioni di euro e 100 mila euro.

Per quanto riguarda le strade di pianura, i lavori sono stati aggiudicati al consorzio temporaneo d’imprese costituito da Perini costruzioni insieme a Super asfalti srl per un importo di un milione e 800 mila euro.

Sono in corso di aggiudicazione altri lavori per i restanti due milioni di euro messi a disposizione dalla Provincia.

Per il presidente della Provincia Gian Domenico Tomei «la manutenzione delle strade rappresenta una delle nostre priorità, insieme alla sicurezza degli edifici scolastici. Con questi lavori – aggiunge Tomei – vogliamo mettere i cittadini modenesi nelle condizioni di muoversi in sicurezza assicurando una rete viaria efficiente, riducendo i disagi al minimo».

Al fine di evitare disagi alla circolazione e ridurre le tempistiche, infatti, nei tratti particolarmente trafficati si prevede di eseguire le lavorazioni nelle ore notturne.

Dallo scorso aprile, la Provincia ha trasferito ad Anas 127 chilometri di strade provinciali prendendo in carico un tratto di Statale 12 dell’Abetone di circa 25 chilometri, tra il bivio con la strada provinciale 40 a Lama Mocogno e l’innesto con la strada provinciale 324 a Pievepelago, con una riduzione complessiva dei chilometri in gestione passata da 1.026 a 928 chilometri.