Provincia di Modena: Castelfranco, sabato 8 ottobre open day a Villa Sorra

14
da sinistra Gargano, Mezzetti, Bortolamasi e Zuffi

Visita alla Villa e presentazione progetti di restauro

MODENA -A Villa Sorra di Castelfranco è previsto sabato 8 ottobre un open day per i cittadini, con la presentazione dei progetti di restauro e valorizzazione della Villa, della Serra-limonaia, del parcheggio e della Casa del Custode per un importo complessivo di circa sette milioni di euro, che partiranno ad inizio 2023.

Per far fronte a nuovi investimenti riguardanti il Giardino Storico e le Scuderie, ora in fase di progettazione, si chiede il sostegno di cittadini ed imprese tramite Art Bonus (DL 66/2014), che consente un credito di imposta, pari al 65 per cento dell’importo donato, a chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico.

In occasione della presentazione della giornata che si è svolta in Provincia martedì 4 ottobre, Giovanni Gargano sindaco di Castelfranco Emilia, insieme ad Andrea Bortolamasi assessore alla cultura del Comune di Modena, Francesco Zuffi, sindaco di San Cesario sul Panaro e Paolo Cavicchioli, presidente Fondazione di Modena, hanno fatto il punto sull’open day e sugli interventi in programma.

Durante l’open day, che inizierà a partire dalle ore 14.30, sarà possibile visitare il giardino storico con visite guidate alle ore 15.00 e alle ore 17.00, mentre alle ore 15.30 e 17.30 nella sala ovale della Villa ci sarà la presentazione del progetto “Villa Sorra. Saperi e Sapori”. Alle ore 16.30 sulla scalinata della villa i sindaci dei Comuni comproprietari incontreranno i cittadini insieme ai partner sostenitori del progetto per presentare gli interventi di recupero in progetto, mentre durante tutta la giornata, il parco ospiterà alcune prestigiose auto d’epoca della collezione di Mario Righini e alla fine dell’evento sarà offerto un aperitivo a buffet a tutti i partecipanti.

Per quanto riguarda i progetti di recupero, sono previsti interventi per sette milioni di euro, di cui 3 milioni 800 mila euro messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna e un milione di euro dalla Fondazione di Modena, ma per poter sostenere i costi di realizzazione dei lavori che riguardano le scuderie e il giardino storico, con le statue e il patrimoni verde, si chiede a tutti i cittadini un sostegno economico attraverso art bonus, che consente un credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, come forma di mecenatismo a favore del patrimonio culturale.

I mecenati potranno donare a favore del patrimonio verde del parco della villa, in particolare la Cavallerizza, il Cavedagnone, le aree verdi disposte a nord e a sud della villa in cui si trovano anche i filari di pioppi cipressini, del parcheggio di via Pieve e dei prati intorno alle Scuderie. La realizzazione del progetto permetterà di avere spazi ampliati e fruibili, a disposizione per manifestazioni temporanee ed eventi pubblici e privati e di inserire il compendio Villa Sorra nel circuito del turismo lento. Per quanto riguarda il giardino storico, invece, il progetto di restauro e valorizzazione comprende il restauro e l’implementazione delle alberature ed essenze esistenti ed architettoniche, nonché il restauro e la messa in sicurezza dei manufatti di interesse storico-artistico, comprese le numerose statue, le fontane di interesse architettonico  collocate nelle isolette del lago e nei prati.

Inoltre è possibile effettuare donazioni per il recupero delle scuderie, che nonostante i restauri del 2006 e 2007 sul sistema della coperture e sulle superfici intonacate, necessitano di un progetto di valorizzazione che innovi la loro funzione e ne consenta una piena fruizione, come sale adibite al museo della civiltà contadina, aule per info point e didattiche e, al piano terra, uno spazio dedicato alla ristorazione.