“Posthuman ethics”, lecture di Rosi Braidotti oggi a Parma

L’incontro si inserisce nella terza edizione del ciclo di lezioni magistrali Bioetica/Scenari, curato dal Centro Universitario di Bioetica dell’Ateneo diretto da Antonio D’Aloia

uniparmaPARMA – Venerdì 10 maggio alle 16.30, nell’Aula dei Filosofi della Sede centrale dell’Università di Parma (via Università, 12), si terrà il terzo incontro del ciclo di letture magistrali Bioetica/Scenari – terza edizione, curato dal Centro Universitario di Bioetica diretto da Antonio D’Aloia: Rosi Braidotti, docente all’Università di Utrecht, terrà la lecture Posthuman ethics. A introdurla sarà il prof. D’Aloia, che modererà l’incontro

Il postumanesimo è ormai un campo di studi ben strutturato e ha messo in moto un notevole fermento culturale che interseca, in vari modi, l’analisi antropologica sulla soggettività che sarà destinata ad abitare la terra. Ogni vivente – specialmente l’uomo – si deve scoprire come sintesi di un divenire nomade, costituito nella sua transitorietà da processi umani e non-umani, organici e inorganici, politici e sociali. Contro la dicotomia di natura e cultura che ha segnato l’identità unitaria dell’uomo dell’Umanesimo, si sostituisce un soggetto critico non unitario, un soggetto relazionale determinato nella e dalla molteplicità, che vuol dire un soggetto in grado di operare sulle differenze ma anche internamente differenziato, eppure ancora radicato e responsabile.

Rosi Braidotti è docente all’Università di Utrecht. Nel 1995 fonda e dirige la Netherland Research School of Women’s Studies, incarico che manterrà fino al 2005. In questo volgere di anni si può considerare una delle fondatrici degli studi di genere in Europa, l’iniziatrice di network europei come ATHENA e NOISE e una delle femministe teoriche più significative. Nel 2005 diviene Distinguished Professor in the Humanities e direttore del nuovo Centre for the Humanities dell’Università di Utrecht. È autrice di numerosi articoli e saggi, nonché di diversi libri, tra cui si segnala In metamorfosi. Verso una teoria materialistica del divenire (2003), Madri, mostri e macchine (2005), Il postumano. La vita oltre l’individuo, oltre la specie, oltre la morte (2014).

Alle passate edizioni delle letture magistrali Bioetica/Scenari hanno partecipato Carlo Alberto Redi, Guido Barilla, Stefano Canestrari, Roberto Cingolani, Carlos Maria Romeo Casabona e Guido Barbujani; la terza edizione si è aperta con la lecture di Angela Spinelli, il 27 novembre 2018.

Il prossimo e conclusivo incontro del ciclo è previsto per il 22 maggio, con Silvio Garattini.