Polizia municipale di Modena, in servizio la nuova comandante

Dopo la visita al prefetto, la nuova comandante Valeria Meloncelli insieme a sindaco Muzzarelli e vice Gambarini per sopralluoghi in città e vertice al Comando

MODENA – Il primo giorno di servizio, lunedì 24 settembre, della nuova comandante della Polizia municipale di Modena, Valeria Meloncelli, è iniziato con alcuni sopralluoghi in diversi luoghi della città insieme al sindaco Gian Carlo Muzzarelli: innanzitutto all’R-Nord e al parco XXII aprile, prima di recarsi in Prefettura.

Al prefetto Maria Patrizia Paba il sindaco ha confermato i capisaldi dell’agire della Municipale per contribuire a rendere più sicura la città: “l’impegno h24 sul territorio insieme a tutte le altre forze di polizia e lo sviluppo di una sempre migliore collaborazione con le Forze dell’Ordine nell’ambito del Cposp attraverso il Patto per Modena sicura, come con le associazioni di categoria, del volontariato e con i cittadini, secondo la linee delineate nel Piano comunale per la sicurezza 2018” riscuotendo parole di apprezzamento da parte del prefetto.

“L’ampliamento della videosorveglianza e l’acquisizione di nuove tecnologie per migliorare il controllo delle telecamere dalla Sala operativa, assieme allo sviluppo della Polizia di prossimità e delle forme di controllo e presidio del territorio che prevedono anche la partecipazione del terzo settore e della cittadinanza, quali il Controllo di vicinato e i Volontari della sicurezza, restano perni della strategia adottata per rendere Modena più sicura e vivibile”. Concetti che sono stati successivamente sottolineati dal sindaco anche nel corso dell’incontro avvenuto al Comando di via Galilei con i funzionari della Polizia municipale.

Dopo la visita in Prefettura, la comandante Meloncelli si era prima recata al Punto Città sicura e sociale nel chiosco dell’ex cinema Principe, inaugurato domenica 24 settembre, che apre oggi con il presidio pomeridiano della Municipale e nei prossimi giorni entrerà a pieno regime grazie all’attività di ascolto realizzata dalla Croce blu e da altre associazioni di volontariato disponibili a partecipare. Al primo Punto Città sicura e sociale (sabato 29 settembre l’insegna con il medesimo marchio sarà collocata anche al Bar Arcobaleno, nel parco XXII aprile, che inaugura ufficialmente) la nuova comandante ha incontrato i giornalisti insieme alla vice Patrizia Gambarini che in questi mesi ha svolto il ruolo di comandante: a lei durante l’incontro al Comando ha espresso piena fiducia oltre che l’attribuzione delle responsabilità di vicecomandante, mentre il sindaco ha rivolto a Gambarini un ringraziamento particolare definendola “punto di riferimento certissimo”.

E punto di riferimento per i cittadini dovrà essere in misura sempre maggiore l’intera Polizia municipale di Modena, secondo le intenzioni espresse dalla stessa comandante Meloncelli che ha sottolineato “la professionalità, le competenze e la capacità degli uomini e alle donne del Corpo coinvolgendo tutti nell’obiettivo comune di migliorarne la visibilità e soprattutto lo spirito di squadra” e assicurando la propria disponibilità in tal senso. Un obiettivo a cui contribuisce il completamento della dotazione organica che l’amministrazione comunale intende confermare in 220 unità e anche l’inserimento nel Corpo di molti giovani (agli 11 entrati in servizio la scorsa settimana, se ne sono aggiunti ulteriori cinque stamattina) “tutti motivati e molti provenienti dal territorio, affiancati nel loro periodo di formazione da un ispettore esperto con cui hanno già iniziato a uscire”.

Valeria Meloncelli, originaria di Bologna, con una lunga carriera in Polizia municipale (ha guidato il corpo a Casalecchio di Reno tra il 1993 e il 1998, a Sassuolo e poi come dirigente del corpo intercomunale del distretto fino al 2009), ha svolto anche l’incarico di dirigente del personale (ad Arezzo) per poi tornare nel 2018 a Sassuolo. Entra al Comando della Polizia municipale del Comune di Modena come dirigente a tempo indeterminato. Nell’ambito del rapporto di collaborazione tra pubbliche amministrazioni, per un periodo limitato di due mesi, garantirà ancora la propria presenza, il sabato mattina e durante un giorno infrasettimanale, al Comando di Sassuolo che sta procedendo alla selezione del futuro comandante.

Meloncelli si è laureata in Giurisprudenza all’Università di Bologna e ha seguito un corso di alta formazione su “Pianificazione a controllo strategico negli enti locali” alla facoltà di Economia della stessa Università, nella sede di Forlì. In Polizia dall’inizio degli anni Ottanta, ha svolto anche numerosi incarichi di docenza, in prevalenza sui temi della sicurezza urbana, in corsi professionali, alla Scuola Interregionale di polizia locale dell’Emilia Romagna, per le Regioni Toscana ed Emilia-Romagna, per il ministero della Giustizia – Dipartimento Giustizia Minorile. Nel 2017 ha ottenuto, con decreto del presidente della Repubblica, il titolo di Cavaliere dell’Ordine “Al merito della Repubblica italiana”.