Piano di edilizia cimiteriale

16

Gli interventi in corso e in programma, dal consolidamento del cimitero di San Lorenzo in Correggiano a San Martino Monte l’Abate

RIMINI – Un piano triennale di lavori ordinari e straordinari che ha come filo conduttore l’ampliamento, la riqualificazione e dell’ammodernamento dell’edilizia cimiteriale del territorio di Rimini, il quale conta complessivamente un cimitero civico monumentale e 12 ‘luoghi di culto’ diffusi. La Seconda commissione consiliare permanente del 12 gennaio, è stata infatti l’occasione utile per fare il punto su questo intenso piano di interventi – alcuni conclusi, alcuni in essere e alcuni in calendario – che restituirà alla città dei cimiteri riqualificati, più funzionali e attenti alle esigenze della cittadinanza, a cominciare da una maggiore dotazione di loculi e da accessi spaziosi, inclusivi.

A tracciare un quadro riassuntivo di tutti i cantieri in oggetto – rientranti nell’ambito dei lavori pubblici – oltre ai responsabili e funzionari degli uffici comunali, anche l’assessore competente Mattia Morolli, il quale ha sottolineato come “queste operazioni diano seguito alla traiettoria intrapresa da questo mandato, che ha come obiettivo la riqualificazione delle aree del cosiddetto ‘forese’ e sopra la Statale 16, così da attribuire ad ogni segmento del territorio la meritata centralità”.  

È in corso l’approvazione del progetto esecutivo relativo alle opere di restauro e consolidamento del Cimitero di San Lorenzo in Correggiano (Manutenzione dei cimiteri del forese Anno 2020) per un importo di 472.745,60 euro, con interventi che prevedono il consolidamento delle mura di cinta, nonchè il consolidamento, con relativo restauro, dei colombari lato monte e quello della cappellina.

Sono stati affidati nel mese di dicembre alla società Anthea S.r.l. gli interventi di manutenzione straordinaria dei Cimiteri di San Vito e Corpolò, per i quali è stato approvato il progetto esecutivo per un importo totale di euro 100.000 euro, con consegna dei lavoro – stando al cronoprogramma – entro ottobre di quest’anno. Le attività previste per il Cimitero di Corpolò, in particolare, interessano la parte nuova e riguardano il rifacimento dei marciapiedi di collegamento fra i corpi loculi, il trattamento dei ferri di armatura e la ricostruzione dei copri ferri, consolidamenti strutturali e ripristini edili nell’area delle tombe di famiglia. Per quanto riguarda il Cimitero di San Vito, invece, avrà luogo il rifacimento della pavimentazione e dei camminamenti interni.

A queste operazioni si aggiunge poi la gara in corso per gli interventi per il miglioramento funzionale e l’adeguamento normativo del Cimitero monumentale e civico di Rimini – anno 2020 per un investimento di 200.000 euro che comprende l’adeguamento normativo.

Quest’anno, inoltre, avranno inizio anche gli interventi di ristrutturazione/riqualificazione del Cimitero di San Martino Monte L’Abate relativi alla parte storica, per i quali è stato ottenuto il parere della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. Anche tali interventi sono stati affidati ad Anthea nel mese di dicembre 2023

I lavori, per un importo complessivo di euro 175.000 euro saranno finalizzati al ripristino delle facciate dei colombari storici, al rifacimento delle guaine di copertura e all’eliminazione di una barriera architettonica con la realizzazione di una rampa per un accesso più inclusivo. Di pari passo, si procederà con il rifacimento del vialetto centrale e la pulizia dei muretti.

Per quanto concerne la programmazione futura, nell’annualità 2024 sono previsti interventi di manutenzione straordinaria nei Cimiteri di Santa Aquilina e Santa Cristina per un importo complessivo di euro 202.300 euro. Nel caso del Cimitero di Santa Aquilina si prevede il ripristino delle facciate dei colombari e delle rampa, mentre per il  Cimitero di Santa Cristina il restauro della chiesetta, oltre a quello delle mura esterne e dei colombari.

Al centro del piano di lavori anche il Cimitero Civico che sarà oggetto di operazioni di restauro della cappellina di Ponente ed di ripristino delle porzioni ammalorate, per un importo complessivo di euro 100.000 euro.

Anche il 2025 vedrà un intenso susseguirsi di lavori e cantieri. Si prevede infatti di effettuare interventi di manutenzione straordinaria dal valore complessivo di 100.000 euro nei Cimiteri di San Lorenzo in Monte, e in quello di Santa Maria in Cerreto. Stesso investimento anche per il Cimitero Civico dove si proseguirà con la riqualificazione dei fabbricati in cemento armato dei settori nord e ovest.

Nell’annualità 2026 sono in programma interventi di manutenzione straordinaria nei Cimiteri di Casalecchio, San Martino in Venti e Santa Giustina (300.000 euro). Per il Cimitero Civico, invece, al via la messa in sicurezza dei fabbricati in cemento armato “a pettine” ed il rifacimento di ulteriori parapetti in calcestruzzo (300.000 euro).