Per Pasqua 4mila colombe per le famiglie fragili di Modena

42

Collaborazione tra Comune, Arcidiocesi e Caritas dopo la donazione dell’Unicef

MODENA – Una colomba pasquale come segno di augurio e di solidarietà è il dono che, in questi giorni di emergenza sanitaria durante le festività, ricevono 4 mila famiglie modenesi con persone fragili. Grazie alla donazione dei tradizionali dolci pasquali da parte dell’Unicef, infatti, il Comune di Modena, l’Arcidiocesi di Modena e Nonantola e la Caritas diocesana danno vita a una collaborazione di beneficenza per il territorio.

Il gesto rappresenta un segno di vicinanza e un sostegno per i tanti cittadini alle prese con le difficoltà legate al Coronavirus.

La donazione è stata condivisa con l’Amministrazione e l’Arcidiocesi di Modena e Nonantola nell’ambito del Tavolo di coordinamento sul tema della solidarietà alimentare che, oltre ai Servizi sociali del Comune e alle organizzazioni del Terzo settore e del volontariato, coinvolge anche la Protezione civile.

Le colombe sono state consegnate dai rappresentanti dell’Unicef proprio nella sede della Protezione civile comunale al sindaco Gian Carlo Muzzarelli, all’assessora al Welfare Roberta Pinelli e al vicario del vescovo, don Giuliano Gazzetti. Erano presenti il presidente provinciale dell’Unicef, Lorenzo Iughetti, e 25 volontari del centro di accoglienza “Papa Francesco” della Caritas e delle parrocchie cittadine.

I dolci pasquali, accompagnati da un biglietto di auguri firmato dal sindaco e dal vescovo Erio Castellucci, sono poi stati consegnati alle famiglie attraverso l’emporio alimentare Portobello, le Caritas parrocchiali, la Croce Rossa e la Croce Blu che già assistono numerose persone in difficoltà. Inoltre sono stati distribuiti dai volontari anche nelle Case residenze anziani.