Per la Festa del Patrono di Parma, chiesa di San Francesco del Prato aperta

24

Il 13 gennaio 2021, dalle 16.00 alle 18.30, è l’ultimo giorno per visitare la chiesa rinata nel cuore della città ammirando la speciale installazione luminosa ideata nel periodo natalizio

PARMA – Il giorno in cui si celebra Sant’Ilario, Patrono di Parma, è un’occasione imperdibile e unica per visitare la chiesa di San Francesco del Prato illuminata dalla bellissima installazione di luci, suoni, colori realizzata durante il periodo natalizio. Il 13 gennaio 2021, dalle 16.00 alle 18.30, è l’ultimo giorno in cui scoprire le meraviglie della chiesa rinata grazie ad un restauro collettivo e simbolo di Parma2021, Capitale Italiana della Cultura, messe in risalto dalla particolare installazione luminosa creata per riscaldare gli animi e riaccendere la speranza alle porte del nuovo anno. Nelle precedenti date stabilite per le aperture straordinarie della chiesa, a partire dal 19 dicembre 2020, sono state tante le persone che hanno voluto osservare da vicino gli interni di San Francesco del Prato, rimanendone particolarmente ammirate.

«Ci avviciniamo all’ultima possibilità di visita di San Francesco del Prato nel contesto della festa del Patrono della città, Sant’ Ilario – commenta don Alfredo Bianchi, che svela alcuni dettagli che porteranno alla riapertura definitiva della chiesa al pubblico e al culto il 2 maggio 2021 -. Ormai entrando si calpesta il pavimento definitivo in cocciopesto. E si notano gli antichi intonaci recuperati sotto il grezzo e rude intonaco carcerario. L’interno ormai è pronto per collocare arredi come l’altare, la definizione della cappella del Santissimo, gli spazi per qualche cappella di memoria più recente legate al tempo carcerario». Ricordando l’iniziativa che ha coinvolto i bambini nel periodo natalizio, don Alfredo Bianchi evidenzia che «la visita offre una particolare illuminazione di colore per ricordare questo Natale, per vedere scene e proiezioni di carattere natalizio visto dai ragazzi con un sottofondo musicale che accompagna un momento di particolare suggestione». I bambini, infatti, hanno inviato i loro disegni sul Natale, i quali vengono proiettati in fondo all’abside sul velario che protegge i restauratori al lavoro per il recupero di affreschi straordinari.

Per le aperture straordinarie di San Francesco del Prato non è necessario prenotare e l’ingresso è a offerta libera, in sostegno ai restauri della chiesa. È obbligatorio indossare la mascherina e rispettare le norme anti-Covid riportate in loco.

Le immagini sono di Michele Mendi.

Per aggiornamenti e approfondimenti: www.sanfrancescodelprato.it

Per informazioni, telefonare dalle 16.00 alle 19.00 al numero 3711663004 oppure scrivere a visite@sanfrancescodelprato.it

Luci a San Francesco del Prato di Parma, foto di Francesca Bocchia