Parma, Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019: eventi in programma

Dal 23 al 26 maggio 35 eventi gratuiti aperti a tutti in numerosi luoghi della città per la terza edizione della manifestazione promossa da ASviS

PARMA – Dal 23 al 26 maggio 2019 si terrà a Parma il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019. Previsti 35 eventi gratuiti e aperti a tutti, in numerosi luoghi della città, per una manifestazione che anche quest’anno si propone di fare il punto e di confrontarsi sui modelli di sviluppo possibili, all’orizzonte dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’ONU nell’Agenda 2030. “Mettiamo mano al nostro futuro” lo slogan dell’edizione 2019: un invito alla riflessione comune ma anche all’assunzione di responsabilità di ciascuno, per costruire davvero, tutti insieme, un domani sostenibile.

Il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019, promosso da ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, è organizzato da Università di Parma, WWF, Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile – RUS, Fruttorti Parma, Slow Food Parma e Gist – Global impact solutions today, ed è realizzato con il patrocinio del Comune di Parma, con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, di Cdp e Invitalia, e con la collaborazione di numerosi partner.

Nel solco delle prime due edizioni, anche quella di quest’anno propone un cartellone ricco di conferenze, dibattiti, presentazioni di libri, spettacoli: tutti gratuiti e aperti alla cittadinanza, allo scopo di far conoscere, diffondere e condividere idee, iniziative, attività condotte dall’Università, dalla pubblica amministrazione, dalle aziende e dalle associazioni ambientali, legate al concetto di sviluppo sostenibile e agli obiettivi dell’Agenda 2030.

L’apertura è prevista per giovedì 23 maggio alle 15 nella Sala del Consiglio del Comune di Parma, con la presentazione del festival e la discussione del piano di collaborazione sullo sviluppo sostenibile tra Matera città della cultura europea 2019 e Parma città della cultura italiana 2020. La chiusura è invece in cartellone per domenica 26 maggio alle 21 alla Fattoria di Vigheffio, con Giobbe Covatta e il suo spettacolo Il Giobbe (in)sostenibile. In mezzo, altri 33 eventi di taglio e con protagonisti diversi (dai docenti universitari agli imprenditori, dagli studenti ai giornalisti, dagli architetti agli ambientalisti), con il filo rosso della sostenibilità e della riflessione comune sul futuro prossimo.

Nelle giornate del festival saranno trattati in particolare quattro temi, tutti intrecciati e riletti alla luce della sostenibilità:

· educazione e formazione

· cibo e sicurezza alimentare

· rigenerazione urbana e città del futuro

· collaborazione pubblico-privato nell’ambito di una economia circolare e inclusiva

Grandi protagonisti saranno gli studenti dell’Università e delle scuole di Parma e provincia, con una serie di eventi organizzati direttamente da loro. Tanti gli ospiti eccellenti: da Enrico Giovannini portavoce di ASviS al regista Stefano Liberti, da Grammenos Mastrojeni a Leonardo Becchetti, a Laura Boella, a Mario Bonaccorso, a Stefano Caserini.

L’elenco completo degli appuntamenti del festival è disponibile sul sito www.festivalsvilupposostenibileparma.it e sulle pagine social dell’iniziativa.