Otto anni d’arte per Cesena in mostra alla Gallerie comunale del Ridotto (FOTO)

9

L’esposizione sarà inaugurata sabato 6 novembre

Fabrizio Clerici

CESENA – Otto anni di arte. Otto anni di scoperte, rivelazioni e di talenti in mostra. Sabato 6 novembre, alle 17, negli spazi espositivi della Galleria d’arte del Ridotto a Cesena sarà inaugurata la mostra “1993~2000: 8 anni d’Arte per Cesena”, a cura di Augusto Pompili e Marisa Zattini della Società “Il Vicolo”. Selezionata nell’ambito del bando pubblico per l’assegnazione degli spazi espositivi del Comune di Cesena – anno 2020, la mostra rientra nel progetto espositivo “Oltre… 30 anni d’Arte in Romagna”, che comprende altri due appuntamenti attualmente in corso in città, nella Chiesa di San Zenone, con “MongArte® – Racconti plurimi del riciclaggio”, e nella Chiesa di Santa Cristina, con “Rocche & Scultori Contemporanei”.

“1993~2000: 8 anni d’Arte per Cesena” si pone come riflessione sulle scelte di un percorso espositivo diretto da Marisa Zattini sulla base di due concorsi nazionali, indetti dal Comune di Cesena e vinti dalla Società “Il Vicolo”, e un anno di incarico “diretto”. Sono state oltre 48 le mostre monografiche realizzate per la Città di Cesena e dedicate a grandi protagonisti dell’arte del ventesimo secolo, con una selezione di giovani nuovi talenti del territorio. Per questa occasione espositiva dunque i curatori Pompili e Zattini hanno selezionato una campionatura di opere di Mattia Moreni, Fabrizio Clerici, Giannetto Fieschi, Joachim Schmettau, Susanne Wheland, Lily Salvo, Gianfranco Asveri e Paolo Borghi. La mostra inoltre sarà documentata nel n. 97 (Anno XXIII – 2021) della rivista trimestrale di Arte e Letteratura “Graphie”.

All’inaugurazione prenderanno parte i curatori, l’Assessore alla Cultura Carlo Verona e l’architetto Edoardo Preger, già sindaco di Cesena negli anni Novanta, per un ricordo di allora. “L’Arte – scrive l’architetto Marisa Zattini – sconvolge, annienta le regole della società e fissa il suo sguardo oltre il visibile. È fatta per abbattere barriere, screditare pregiudizi ed è utile alla comprensione del mondo, permettendoci di superare l’apparenza. Ma in un’era in cui ci si ferma solo alla superficialità di ciò che ci circonda, l’Arte perde il suo valore originario. Diventa quindi necessario ricordare l’importanza di proseguire su una strada culturale e artistica coinvolgendo anche le nuove generazioni. […] Abbiamo deciso di farlo ripercorrendo alcuni dei progetti più significativi realizzati in Romagna dal 1989 ad oggi”.

Sarà possibile visitare la mostra in Galleria del Ridotto da sabato 6 novembre a domenica 5 dicembre nei giorni mercoledì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19; sabato, domenica e festivi dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.