‘Ogni scatola è un gioco’

6

Con Silvano Antonelli un laboratorio di composizione teatrale per entrare nella giuria di Festebà 2022. Il 13 e 14 giugno e l’1 e 2 settembre 2022 dalle 17 in via Romiti 13 a Ferrara

silvano antonelli

FERRARA – Sarà la biblioteca comunale per ragazzi di Casa Niccolini (via Romiti, 13 Ferrara) a ospitare il 13 e 14 giugno e l’1 e 2 settembre 2022 dalle 17 alle 19 il laboratorio di composizione teatrale ‘Ogni scatola è un gioco’ condotto da Silvano Antonelli e rivolto a bambini e ragazzi dai 6 anni.

Il Laboratorio, organizzato dall’associazione di volontariato Circi in collaborazione con Casa Niccolini, è finalizzato alla partecipazione in qualità di giurato alla XV edizione di ‘Festebà, il festival di Teatro Ragazzi organizzato a Ferrara, da quindici anni, dalla stessa associazione Circi, che quest’anno si svolgerà dal 6 all’11 settembre 2022. Il festival, unico in Italia, prevede una giuria popolare composta da bambini, adolescenti ed adulti, che ogni anno proclama lo spettacolo vincitore.

Per partecipare al laboratorio occorre mandare una mail a laboratori@circife.it per ricevere la modulistica d’iscrizione da portare compilata il 13 giugno, dalle 16 alle 17, alla biblioteca di Casa Niccolini.

LA SCHEDA a cura degli organizzatori
Il laboratorio si propone di far giocare i partecipanti coi tanti alambicchi della chimica teatrale, rappresentati da otto scatole, con una serie di giochi per imparare a guardare oltre la superficie del teatro, oltre ciò che appare. Provando ad allargare insieme lo sguardo verso gli angoli, spesso dimenticati, di uno spettacolo.

Il teatro è una cosa così particolare e difficile da afferrare che, spesso, il “giudizio” si riduce a “Mi è piaciuto” o “Non mi è piaciuto”. Sicuramente un buon punto di partenza ma forse un po’ riduttivo rispetto a tutti gli elementi che compongono un fatto teatrale. Nel teatro rivolto ai ragazzi questa cosa risulta ancora più evidente. Degli spettacoli si percepisce, spesso, solo la superficie: la storia che raccontano. Sarebbe un po’ come dire che di una musica si percepisce solo la sequenza di note che compongono la melodia.
E se invece si provasse a spostare lo sguardo su altri aspetti del fare teatrale?
Ad esempio le tematiche di cui tratta, i linguaggi che utilizza, l’uso dello spazio, la capacità attorale, come sono “costruite” e concatenate le scene, le atmosfere che le abitano, gli elementi di scenografia, le sonorità, il ritmo, l’attenzione al bambino-spettatore a cui è destinato, ecc.
Se del teatro, di uno spettacolo, ci perdiamo il concerto di elementi che lo compongono rischiamo di perderci anche gran parte della sua ricchezza.

Per informazioni: Antonella Naletto (cell. 3389291543), Dafne Adranno (cell. 3341973576), laboratori@circife.it

Tutte le iniziative della biblioteca comunale per bambini e ragazzi di Casa Niccolini alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it