Nuovo Regolamento semplificato per i Servizi educativi e scolastici

4
scuola-ferrara-assdorota-kusiak-e-donatella-mauro-fe-20luglio2022

L’ass. Kusiak: “Novità riguardano le misure di sostegno alle famiglie per conciliare i tempi di lavoro e di cura e il contrasto alla morosità”

FERRARA – Novità in termini di “Semplificazione del sistema regolamentare di erogazione dei Servizi educativi e scolastici” quelle che sono state presentate mercoledì 20 luglio 2022 nella residenza municipale.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore comunale alla Pubblica istruzione e Politiche familiari Dorota Kusiak e la responsabile dei Servizi Scolastici Donatella Mauro.

“Si tratta di un passaggio importante – ha sottolineato l’assessore Kusiak – per quanto riguarda l’intervento sui regolamenti vigenti. Una misura che vuole snellire la parte burocratica per favorire le famiglie, aiutandole a orientarsi nell’offerta dei servizi, superando un sistema di regolamentazione anche complicato e dispersivo e passando da 6 regolamenti a 2. Le linee guida su cui si basano gli interventi sono la tutela del diritto allo studio e all’educazione dei minori, mettendo al centro i bisogni del cittadino con sostegni alle famiglie, con un’attenzione particolare a tutte le situazioni di fragilità e ai nuceli familiari con persone con disabilità. Novità riguardano le misure di sostegno alle famiglie, in modo che possano conciliare i tempi di lavoro e quelli di vita e di cura attraverso una modifica dei criteri di accesso ai campi estivi e con punteggi specifici, riconosciuti in base alla situazione lavorativa dei genitori e con attenzione anche a disagi ulteriori (la pendolarità, lavoro su turni e altri impegni vincolanti). Sempre in quest’ottica abbiamo previsto di attivare il servizio di pre-scuola anche nelle scuole d’infanzia statali, proprio per venire incontro alle esigenze delle famiglie, laddove la scuola statale apre un pochino dopo rispetto a quelli che sono gli orari delle scuole comunali. Viene poi posta attenzione al rispetto delle regole e tutto il regolamento è in contrasto alle morosità. L’accesso ai servizi (come trasporto, prescuola e campo estivo) è subordinato alla regolarità dei pagamenti delle quote dovute secondo il piano tariffario comunale, che prevede la tariffazione agevolata con la documentazione Isee. Per chi presenta morosità, sarà necessaria l’attivazione di un piano di rientro e iniziare a pagare almeno la prima rata. L’ultima novità riguarda il regolamento dei servizi 0/6 anni, dove non ci sono modifiche di criteri, ma vengono allineate le modalità di accesso a tutti i servizi per l’infanzia, aggiungendo un passaggio relativo ai servizi educativi come i Centri educativi per bambini e famiglie, per dare informazioni chiare sull’offerta dei servizi a tutte le famiglie con bambini di quell’età”.

LA SCHEDA a cura dell’Assessorato alla Pubblica istruzione – COSA CAMBIA? Seguendo il principio della semplificazione si passa da 6 regolamenti a 2 regolamenti.

LE LINEE GUIDA
– Tutela del diritto allo studio e all’educazione con interventi mirati a rimuovere
ostacoli economici, sociali e culturali;
– Sostegno alle famiglie favorendo conciliazione dei tempi di lavoro con il tempo di cura
della famiglia;
– Attenzione ai nuclei familiari in situazione di fragilità e con persone con disabilità;
– Tariffazione differenziata in base alle condizioni socio economiche del nucleo familiare e contrasto alle morosità;
– Semplificazione e maggiore fruibilità di regolamenti, tariffe e dell’accesso ai servizi e del pagamento online.

I NUOVI REGOLAMENTI
1. REGOLAMENTO DEI SERVIZI SCOLASTICI E CENTRI ESTIVI COMUNALI
Orienta l’accesso e la frequenza a: – Refezione scolastica, – Trasposto scolastico, – Pre scuola (scuole primarie e scuole dell’infanzia), – Contributi per i libri di testo – Centri estivi (3/14 anni).
2. REGOLAMENTO DI ISCRIZIONE, ACCESSO e TARIFFAZIONE AI SERVIZI EDUCATIVI PER L’INFANZIA 0/6 ANNI
Raggruppa tutti i servizi educativi riallineando le modalità di iscrizione.

NUOVI CRITERI PER FAVORIRE LA CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI LAVORO E DI CURA DELLA FAMIGLIA
– Punteggi ulteriori riconosciuti in base alla situazione lavorativa dei genitori: pendolarità, lavoro su turni e alti impegni vincolanti;
– Sostegno ai genitori non occupati, ma fruitori di politiche attive del lavoro o ammortizzatori sociali (patto di servizio, Naspi, Cassa integrazione e altro);
– Valutazione della situazione del nucleo familiare (presenza disabili, genitore unico, genitori non conviventi);
– Possibilità di attivare il servizio di pre-scuola anche nelle scuole dell’infanzia statali;
– Attivazione dei campi estivi comunali per i bambini delle scuole d’infanzia statali

SERVIZI SUBORDINATI ALLA REGOLARITÀ DEI PAGAMENTI
Per tutti i servizi vengono stabilite le procedure per il contrasto alla morosità e il recupero delle tariffe non versate. L’accesso ai servizi è subordinato al pagamento di tutte le quote dovute.
Per chi presenta morosità accumulata nell’ultimo anno è necessaria l’attivazione di un piano di rientro e il pagamento della prima rata. Il mancato rispetto del piano di rientro può comportare la sospensione del servizio

NUOVO SERVIZIO DI PROLUNGAMENTO ORARIO – Risponde alle esigenze lavorative delle famiglie
– Potrà essere attivato in alcune strutture (nidi d’infanzia e scuole dell’infanzia).
È necessario il raggiungimento di numero minimo di 10 iscritti.
Per il servizio è previsto il pagamento di un quota aggiuntiva definita dalla giunta.