Nuovo Museo archeologico, la giunta approva il progetto definitivo (FOTO)

6
Nuovo Museo Archeologico

CESENA – Un altro importante passo in avanti per gli spazi culturali e museali di Cesena. La Giunta comunale – dopo aver acquisito il parere favorevole della Soprintendenza Archeologia, Belle arti, Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini – ha approvato il progetto definitivo del nuovo allestimento del Museo Archeologico della città, collocato nell’ala della Biblioteca Malatestiana Antica, tra il Chiostro di San Francesco e la quattrocentesca Aula del Nuti.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto dall’architetto Paolo Bolzani – commenta l’Assessore alla Cultura Carlo Verona – a cui è stata affidata la progettazione. Il futuro allestimento consentirà di fare un viaggio nel tempo, dal Neolitico al Rinascimento, a cui si potrà partecipare attivamente attraverso la lettura tattile, la possibilità di manipolazione di copie di reperti e le audiodescrizioni. È un progetto davvero molto bello, che ci permetterà di valorizzare e promuovere ancora meglio il nostro patrimonio artistico”.

Il progetto approvato prevede che l’immobile, nel rispetto dei suoi valori architettonici e storici, venga sottoposto a interventi edilizi per adeguarlo alla nuova destinazione d’uso e per garantirgli una piena e sicura accessibilità. Oltre ai nuovi allestimenti interni, verrà realizzato anche un nuovo ingresso da piazza Bufalini (tra la Biblioteca Malatestiana e Casa Bufalini) che, dotato di ascensore, sarà a servizio dell’intera area monumentale (Aula del Nuti, Biblioteca Piana, Corridoio Lapidario e Biblioteca Comandini). L’importo totale di questi lavori è quantificato in 2.490.000 euro che, sommati ad iva e spese per progettazione e direzione lavori, diventano 2.890.000 euro.

“Il progetto che abbiamo approvato – conclude l’Assessore Verona – risulta coerente con le proposte progettuali di intervento per la rimozione delle barriere fisiche, cognitive e sensoriali dei musei e luoghi della cultura pubblici da finanziare nell’ambito della Missione 1 del PNRR, per consentire un più ampio accesso e partecipazione alla cultura. Per questo candideremo il progetto ad ottenere un finanziamento di 500 mila euro. In ogni caso i lavori partiranno l’anno prossimo”.