Nuovi nati a Modena: 44% con almeno un genitore straniero

37

Calano le nascite ma non la propensione a procreare: sono meno le donne in età feconda, effetto della crescita zero tra gli anni ’80 e ‘90

MODENA – Negli ultimi tre anni a Modena le nascite sono state inferiori alle 1.500 unità, con un calo significativo rispetto ai periodi precedenti. Nel 2016 nacquero 1.582 bambini, nel 2009 furono 1.751. Ma la propensione delle donne residenti a procreare negli ultimi anni è rimasta sostanzialmente immutata.

Il calo delle nascite è dovuto principalmente, spiegano gli autori del Report sulla popolazione modenese, “alla diminuzione del numero di donne residenti in età feconda (tra i 15 e i 49 anni), che risentono della cosiddetta crescita zero registratasi a Modena negli anni Ottanta e Novanta, nonché alla diminuzione delle residenti di cittadinanza straniera in età feconda, responsabili, negli ultimi anni, di oltre il 40 per cento delle nascite”.

Nel 2019, infatti, il numero medio di figli per le donne tra i 15 ed i 49 anni è 1,41: differenziando il calcolo per nazionalità, il numero scende a 1,16 per le italiane e sale a 2,15 per le straniere.

A Modena nel 2019 il 44 per cento dei nati ha almeno un genitore straniero. I bimbi con entrambi i genitori italiani rappresentano il 55,5 per cento dei nuovi nati.