Nuovi incarichi a livello nazionale per Teatro Gioco Vita

15

Jacopo Maj nel consiglio direttivo dell’Associazione Scenario. Fabrizio Montecchi nel direttivo di Unima Italia con l’incarico di segretario

PIACENZA – Importanti incarichi a livello nazionale per Teatro Gioco Vita: Jacopo Maj è entrato a far parte del consiglio direttivo dell’Associazione Scenario e Fabrizio Montecchi è stato eletto nel direttivo di Unima Italia con l’incarico di segretario nazionale.

L’Associazione Scenario promuove dal 1987 il Premio Scenario, importante concorso nazionale dedicato ai nuovi linguaggi e alle giovani generazioni teatrali. Uno sguardo articolato sulle vocazioni, le passioni, gli universi espressivi dei giovani artisti del teatro italiano, che si sviluppa attraverso diverse sezioni, dedicate rispettivamente ai nuovi linguaggi (Premio Scenario, dal 1987), all’impegno civile (Premio Scenario per Ustica, dal 2005 al 2017), ai giovani spettatori (Premio Scenario infanzia, dal 2006), e prossimamente all’interculturalità (Premio Scenario periferie, dal 2019). Non solo un concorso, ma un osservatorio nazionale, rivolto ad artisti under 35 e in grado di monitorare flussi e tendenze di un territorio normalmente sommerso, non riconosciuto dagli interventi pubblici ed escluso dai rilevamenti nazionali.

Negli anni l’associazione ha raccolto nuove adesioni, fino a contare attualmente una trentina di strutture associate (centri, compagnie, teatri, festival, circuiti) che mettono le proprie risorse economiche, umane e professionali, al servizio dei giovani, investendo non solo nei progetti candidati al premio, ma anche nel dialogo con le nuove generazioni.
Tra le “scoperte” del Premio Scenario, Davide Enia, Emma Dante, Sotterraneo, Babilonia Teatri, Marta Cuscunà, Anagoor, Fratelli Dalla Via, Liv Ferracchiati, Alessandro Serra, Giuliano Scarpinato e tanti altri.

Teatro Gioco Vita fa parte dell’Associazione dai primi anni del Duemila e a Piacenza ha ospitato le tappe di selezione del Premio nel 2011 e nel 2015. Jacopo Maj è stato eletto nel consiglio direttivo nel corso dell’ultima assemblea dei soci di Scenario che si è svolta a luglio su piattaforma a distanza. Conferme per presidente, legale rappresentante e direttore artistico Cristina Valenti e vice-presidente Stefano Cipiciani. Del consiglio direttivo fanno parte anche Stefano Casi, Francesco D’Agostino, Rita Maffei, Giulia Muroni, Donato Nubile, Amedeo Romeo, e Massimo Vellaccio.

Sempre in luglio si è svolta l’assemblea elettiva per il rinnovo del Consiglio direttivo di Unima Italia, che avrebbe dovuto svolgersi a Parma il 21 marzo durante la Giornata Mondiale della Marionetta e rinviata a causa del Covid-19, poi ospitata il 16 luglio dal festival “I Teatri del Mondo” di Porto Sant’Elpidio. Unima (Union International de la Marionnette) affiliata all’Unesco e membro dell’International Theatre Institute, è la più antica associazione teatrale europea, essendo stata fondata a Praga nel 1929. La sezione italiana di Unima in questo tempo di pandemia ha saputo trovare con rinnovata energia vie d’inclusione e di ascolto attraverso svariati tavoli di discussione on-line volti a fotografare il variegato mondo del teatro di figura per coglierne le difficoltà che sta attraversando in questo delicato periodo, così come i desideri e le esigenze di rigenerazione. L’altissima partecipazione agli incontri ha trovato forte riscontro anche per questo rinnovo del direttivo, caricandolo di aspettative. Sono risultati eletti praticamente all’unanimità Alfonso Cipolla (presidente) e Fabrizio Montecchi (segretario); nel novero dei consiglieri figurano Ciro Arancini, Walter Broggini, Francesca Cecconi, Angela Forti, Marco Lucci, Veronica Olmi, Fabio Scaramucci. Il nuovo direttivo si è immediatamente insediato e messo al lavoro per mettere a punto le linee programmatiche da intraprendere che verranno presentate nel corso del prossimo festival internazionale Incanti che si terrà a Torino nel mese di ottobre.