Musei civici, colori e storie, la didattica viaggia online

14

Percorsi da remoto con le scuole relativi a arte e archeologia, sito Unesco e Terramara

MODENA – “Modena sottosopra” o “3.500 anni fa nella grande pianura” per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado; oppure, ancora, “I colori sono creature della luce” per le scuole primarie e dell’infanzia, e “Vetrai e decoratori nel Medioevo” anche per le scuole secondarie. Sono alcuni dei titoli dei percorsi didattici online proposti dai Musei civici di Modena alle scuole modenesi.

Nonostante la chiusura al pubblico stabilita dal nuovo Dpcm per l’emergenza Covid, sono attive le proposte per scuole dei Musei di largo Sant’Agostino, percorsi didattici rimodulati sulla base della normativa sanitaria vigente, con cui il museo esce dai confini tradizionali per arrivare a scuole di ogni ordine e grado, con due modalità. Gli operatori conducono laboratori sotto forma di visite virtuali con approfondimenti di immagini e filmati in collegamento da remoto sulle piattaforme digitali scelte dalle scuole; oppure, in presenza, ove consentito, personale del museo si reca nelle classi per un coinvolgimento diretto degli alunni. L’offerta ricalca quella presentata nel catalogo degli itinerari scuola-città del multicentro educativo Memo, con un filo diretto tra docenti e museo favorito dal sistema di prenotazione, che prevede un’adesione da concordare nei dettagli tra le parti, per far fronte alle problematiche poste dalla situazione.

I Musei propongono un viaggio attraverso la storia, a partire dalle raccolte di archeologia e in collegamento alle collezioni artistiche, offrendo sperimentazioni e laboratori, oltre ad animazioni e atelier per scoprire il sito Unesco di Modena o il Parco della Terramara di Montale, anche grazie a virtual tour. La durata è di circa un’ora e mezza; il costo è di 60 euro, o 40 in caso di doppio collegamento con un gruppo classe diviso, o di due classi contemporaneamente in rete.

Dal sito web (www.museicivici.modena.it/it/attivita/scuole-1) è possibile accedere alle schede di presentazione delle diverse offerte segnalate come disponibili anche in “DAD”, didattica a distanza, così come dal sito del Parco della Terramara (www.parcomontale.it/it/attivita/attivita-per-le-scuole). In entrambi si trovano numeri di telefono e orari per la prenotazione e materiali didattici di riferimento, tutti scaricabili in formato Pdf con testi per insegnanti e schede di approfondimento, spesso in modo ludico attraverso quiz, per i ragazzi.

Si accede alle offerte su Duomo, torre Ghirlandina e Piazza Grande dalla pagina web del sito Unesco (www.unesco.modena.it).

Il catalogo delle proposte comprende, per il Parco di Montale visita per scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado: “3500 anni fa nella grande pianura”; “Archeologia e ambiente: la storia insegna”; per i Musei civici d’arte e archeologia “Storie d’Egitto”, “Modena underground” e “Modena sottosopra” per scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e “Storie, storie e ancora storie…”, “I colori sono creature della luce”, “Come nasce un cartone animato”, “Intrecci al Museo, scopriamo il tessuto” per scuole primarie e dell’infanzia. Il Sito Unesco per scuole primarie e dell’infanzia propone “Giraffe, leoni e tutti in arca”, “Favole, bestiari e tralci abitati”, Visita alla Cattedrale, alla Torre Ghirlandina o alla Piazza, anche per scuole secondarie “Vetrai e decoratori nel Medioevo”.

Informazioni online (www.museicivici.modena.it).