Mostra “Il Piatto Piacere Modena” prorogata fino al 5 febbraio

24

MODENA – Ancora un mese per poter visitare la mostra “Il Piatto Piacere Modena”, che dal 7 dicembre scorso ha richiamato moltissimi visitatori a Palazzo dei Musei. Inizialmente programmata fino all’8 gennaio, in virtù dell’ampio consenso registrato dal pubblico la mostra rimarrà infatti aperta fino al prossimo 5 febbraio, con orario 10-19.

Tutta l’eccellenza di Modena racchiusa in un piatto, a sua volta raccolto in questa mostra che ha come principale intento quello di valorizzare i 27 prodotti DOP e IGP di Modena, il territorio e le diverse filiere produttive, secondo una visione di unione culturale salda tra i mondi della gastronomia, della creatività giovanile e dei saperi della ceramica.

“Artigianato locale ed enogastronomia insieme per dare sempre più valore al territorio – spiega Enrico Corsini, Presidente di Piacere Modena – e al contempo, coinvolgendo gli studenti delle classi quarte e quinte degli indirizzi di Design della Ceramica e Grafica dell’Istituto Venturi, una prospettiva occupazionale di qualità per le future generazioni. Essi hanno infatti dimostrato di avere idee e manualità per promuovere il nostro progetto di marketing territoriale, traducendole in piatti di ceramica in cui sono ritratti la città e le sue eccellenze enogastronomiche, attraverso i colori e le forme che richiamano Modena ed il suo stemma. Il successo che sta riscuotendo la mostra è per noi motivo di grande soddisfazione”. 

Patrocinata dal Comune di Modena e dalla Camera di Commercio di Modena, la mostra rappresenta l’apice di una collaborazione tra virtuosi della cucina e futuri artisti della ceramica in cui entrambi sono fonte di ispirazione l’uno per l’altro. Da predetta sinergia nasce quindi il progetto espositivo quale sviluppo dell’omonimo progetto “Il Piatto Piacere Modena”, sintesi a sua volta della collaborazione tra Piacere Modena, Istituto di Istruzione Superiore d’Arte A. Venturi, Comune di Modena e Camera di Commercio di Modena. La mostra, concepita come un itinerario narrativo in cui si illustrano le fasi di sviluppo progettuale dei prototipi dei piatti in ceramica, conta in tutto 96 progetti, dai quali emerge appunto tutta la creatività e l’abilità degli studenti nella comunicazione grafica, progettazione e ricerca sul prodotto.