Modena Smart Life, le città al centro della ripartenza

24

Venerdì 11 settembre Luca Chiantore alla diretta streaming di ForumPa “Sulle tracce dell’innovazione” con i temi del festival e il futuro della città dopo la crisi

MODENA – Cosa abbiamo imparato dal lungo periodo di lock down imposto dall’emergenza sanitaria; come ha reagito la città e quale visione del futuro sta emergendo.

La pandemia ci ha spinti a fare un salto digitale senza precedenti con luci e ombre che anche Modena Smart Life, il festival del digitale in programma dal 21 settembre intende contribuire ad indagare.

Il tema dell’edizione 2020 ‘Network – Vivere Connessi’ era stato scelto al termine del festival dello scorso anno, quando non si poteva nemmeno immaginare che sarebbe accaduto un evento tale da indurre ad utilizzare il digitale come unica alternativa per molte attività prima vissute in presenza. Si sono quindi aperte nuove prospettive e opportunità, per esempio dal punto di vista della gestione dei rapporti di lavoro, ma sono anche emerse criticità, basti pensare alla crisi di diversi settori economici, come turismo e ristorazione.

Modena Smart Life, che quest’anno sperimenta una formula all digital, si apre a riflessioni che abbracciano tutti gli ambiti della vita personale e sociale (dalla scuola alla cultura, dall’informazione al lavoro con focus su temi quali connettività, servizi al cittadino, cittadinanza digitale, competenze) per offrire spunti di riflessione e guardare al futuro con un approccio che pone sempre al centro le ricadute delle tecnologie sulle persone e sulle comunità.

Di quanto ha insegnato la crisi, della nuova visione di città che ne è emersa e delle potenzialità che s’intende ulteriormente sviluppare parla anche il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli nell’articolo pubblicato da Fpa (https://www.forumpa.it/citta-territori/progettare-il-futuro-modena-riparte-dal-lato-umano-delle-tecnologie/).

Del futuro delle città e di Modena Smart Life si parla inoltre venerdì 11 settembre alle ore 11 nella rubrica “Sulle tracce dell’innovazione”, in diretta streaming (https://vimeo.com/454762450) e trasmessa sul sito di Fpa (www.forumpa.it) che vedrà la partecipazione di Luca Chiantore dirigente del Settore Smart city, servizi demografici e partecipazione del Comune di Modena.

Modena Smart Life prende il via il 21 settembre con i “Digital days”, quattro giorni di anticipazioni e riflessioni con la presentazione di esperienze concrete del mondo della didattica, della cultura, della pubblica amministrazione e delle imprese. Il 25 e 26 settembre il festival diventa invece una non stop di collegamenti e confronti in diretta streaming con contributi ed esperienze nazionali e possibilità di interazione da parte del pubblico, per chiudere domenica 27 con una “Special Sunday” che vedrà il Keynote di Leonhard Gerd, Speaker, Futurist & Humanist, Author, ceo The Futures Agency.

Il Festival del digitale è promosso da Comune di Modena, Fondazione San Carlo, Fondazione di Modena, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Fondazione Democenter, Camera di Commercio di Modena, con la partecipazione del Laboratorio Aperto e la collaborazione di Fpa che organizza cinque appuntamenti in programma venerdì 25 settembre dedicati a: Le città dall’emergenza alla ripresa; Infrastrutture e servizi digitali a misura di cittadino; Comunicare in emergenza; Riuso dei dati per la creazione di valore pubblico; La Cyber Security come pilastro per la resilienza delle Smart Cities. Per favorire la partecipazione ai dibattiti, è anche disponibile una casella di messaggi audio online (https://www.forumpa.it/pa-digitale/il-25-settembre-parla-con-modena/) tramite cui fare arrivare messaggi di massimo un minuto che potranno essere trasmessi in diretta durante l’evento di riferimento.