Modena, nuovo piano di formazione per i docenti

23

Inclusione e linguaggi al centro delle proposte di Memo per insegnanti di ogni ordine e grado. Modena Zerosei avvia il percorso per la Carta dei valori di tutto il sistema integrato

MODENA – Dopo la riapertura di nidi e scuole d’infanzia comunali, convenzionate e di Cresciamo, proseguono i preparativi per il rientro in classe di tutti gli studenti delle primarie e delle superiori di primo e secondo grado, oltre che dei bambini delle scuole d’infanzia statali. A Modena lunedì 13 settembre la campanella suonerà per quasi 30mila studenti: 8.200 alunni delle primarie, 5.300 delle medie e 16mila delle scuole superiori, mentre personale scolastico e docenti sono già al lavoro.

Rivolto a educatori e insegnanti dei diversi ordini scolastici – dai nidi alle superiori – è il piano formativo messo a punto dal Centro educativo Memo del Comune di Modena per l’anno 2021/22.

Il nuovo piano formativo è prevalentemente centrato sui “linguaggi” sia come contenuti culturali che come strumenti e metodologie per una didattica innovativa. Si va dalle proposte in campo artistico e musicale della Fondazione Modena Arti Visive, Fondazione Teatro Comunale e Gallerie Estensi, ai percorsi legati a Modena Capitale del Buon gioco, a partire dalla tavola esagonale proposta nell’ambito di Play Festival del gioco. Due percorsi saranno dedicati al gioco a cura dell’associazione Ludolabo, uno sulle potenzialità del gioco da tavolo nella didattica e l’altro sull’Edularp.

Sempre a proposito dei linguaggi, Ennesimo Academy, associazione premiata dal Ministero dell’Istruzione come buona pratica nell’ambito della didattica e dell’applicazione del linguaggio cinematografico a scuola, proporrà un percorso per docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, dal titolo Cinema di Classe, finalizzato a integrare le diverse forme dell’audiovisivo alla didattica tradizionale e fornire spunti, idee e prospettive a docenti e insegnanti per la preparazione di lezioni, percorsi tematici e laboratori.

All’interno del piano formativo sono inseriti, inoltre, gli incontri con l’autore promossi all’interno del Festival Passa la Parola e sono confermati i temi dell’inclusione e dell’intercultura con un accento sul bilinguismo e sullo sviluppo e apprendimento del linguaggio.

Per quanto riguarda la formazione del personale educatore e docente che lavora nei nidi e nelle scuole dell’infanzia di tutto il sistema integrato di Modena, a supporto del progetto Modena Zerosei Costruire futuro, si completa la triennalità dei percorsi dedicati a “educazione e natura” in ambito etico, artistico e scientifico. Il piano formativo, costruito con una collaborazione tra Memo, Fondazione Cresci@mo e Coordinamento pedagogico distrettuale coinvolgerà docenti quali Luca Mori, Sara Vincetti, Franca Zanichelli, oltre a esperienze in campo musicale e narrativo come Banda Rulli Frulli o Alessia Canducci che ha una ricca esperienza all’interno del progetto Nati per Leggere.

Anche per la fascia 0/6 un forte rilievo viene dato alle tematiche dell’inclusione, tra cui un evento dedicato al nuovo Pei Piano educativo individualizzato, a cura di Dario Ianes, psicologo dell’educazione e condirettore del Centro Studi Erickson, docente all’Università di Bolzano per la pedagogia e la didattica speciale. Nel nuovo piano formativo non mancano, inoltre, corsi dedicati alla media education e al digital story telling per una riflessione sul tema del digitale anche nella scuola dell’infanzia.

Infine, Luigina Mortari, professoressa ordinaria di pedagogia generale e sociale dell’Università di Verona, condurrà il gruppo di coordinamento pedagogico distrettuale, che comprende tutte le coordinatrici e i coordinatori dei nidi e delle scuole d’infanzia comunali, convenzionati e privati, verso l’elaborazione della Carta dei valori a cui si ispireranno tutti i servizi del sistema integrato 0/6 di Modena.

Il piano formativo di Memo, ente accreditato per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola che offre anche proposte promosse in collaborazione con altri Enti e Istituzioni del territorio, Università, Istituti scientifici e culturali, Fondazioni, associazioni professionali degli insegnanti, è in continuo aggiornamento. Comprende proposte rivolte a docenti di ogni ordine e grado senza vincoli territoriali; percorsi riservati ai docenti delle istituzioni scolastiche del territorio comunale in base a specifiche convenzioni o progetti e proposte formative del Coordinamento Pedagogico Distrettuale di Modena rivolte esclusivamente al personale dei servizi nidi e scuole d’infanzia dei servizi integrati Modena 0/6.