Modena, intervento sull’ex capannone Fer

39

La copertura in eternit sarà sostituita: aggiudicati i lavori. L’edificio in uso agli Archivi Notarili come deposito così da consentire l’ampliamento dei Musei del Duomo

MODENA – Inizieranno nelle prossime settimane, per concludersi entro l’estate, i lavori di rimozione e sostituzione delle coperture in eternit dell’ex capannone Fer situato nell’area della stazione ferroviaria di piazza Manzoni che sarà concesso in uso agli Archivi Notarili come deposito per la documentazione.

L’intervento dà l’avvio al piano di riqualificazione e ampliamento della sede espositiva dei Musei dei Duomo reso possibile dal protocollo d’intesa sottoscritto tra il Comune di Modena e il ministero di Grazia e giustizia, proprietario dell’edificio accanto alla Ghirlandina, che consente di trasferire in comodato la gestione della sede museale dall’Amministrazione degli Archivi Notarili al Comune, in accordo con la Basilica metropolitana. Sulla base della convenzione, gli Archivi Notarili potranno trasferire, appunto, la documentazione nel deposito di 600 metri quadrati alla Stazione Piccola e, quindi, si potrà procedere all’allargamento degli spazi museali al piano soprastante il Museo del Tesoro, da anni inutilizzati, in uno spazio di oltre 400 metri quadrati.

L’intervento di manutenzione straordinaria per la rimozione e sostituzione della copertura in eternit del capannone ex Fer, del valore di 90 mila euro, prenderà il via entro il mese di maggio e sarà eseguito dalla ditta Canovi coperture di Modena che si è aggiudicata l’appalto in via definitiva.

Le lastre in cemento amianto dell’attuale copertura saranno rimosse secondo le procedure di sicurezza previste dalle prescrizioni dell’Azienda Usl e poi accatastate, imballate e trasportate in una discarica autorizzata per lo smaltimento. Sarà quindi posata la nuova copertura, un pannello metallico coibentato, che sarà rifinita con la posa della lattoneria necessaria al corretto deflusso delle acque e con l’installazione di una linea vita per i futuri interventi di ispezione e manutenzione.