Modena e dintorni in tavola

47
EXÈ-RESTAURANT-Piatto-Credit-Fabrizio-Cicconi

Mercoledì 19 luglio alle 20.30, la serata evento “Fuori Modena” da Exé Restaurant, Fiorano Modenese (MO) propone l’atmosfera delle sagre di paese della provincia in chiave gourmet

FIORANO MODENESE (MO) – La qualità, quella delle cose semplici, la territorialità delle materie prime offrendo il meglio delle eccellenze della tradizione locale e italiana. È la regola di Exé Restaurant che nel suo grande dehors immerso nel verde, sulle prime colline modenesi, nell’elegante spazio esterno dell’Executive Spa Hotel di Fiorano Modenese (MO), propone mercoledì 19 luglio alle 20,30 la serata evento “Fuori Modena”, dedicata ad alcune eccellenze dell’enogastronomia di una terra che fa la storia anche a tavola. Come è nella filosofia e tradizione della cucina del ristorante: autentica, vera, legata alla territorialità e raffinata. Modena e la terra emiliana sono fra le più ricche di prodotti a denominazione Dop e Igp, un primato che viene da lontano, conquistato in nome della genuinità, rispetto della tradizione, della salvaguardia dei sapori più autentici. Un territorio ricco di incredibili prelibatezze, esperienze enogastronomiche da assaporare nella serata evento, accompagnata da musica dal vivo, attraverso un concetto di cucina e ospitalità che si basa su un messaggio semplice e molto efficace: la qualità, la migliore. Il menu della serata riassume per interro le feste di paese della stagione estiva dedicate all’enogastronomia tradizionale: partendo da gnocco fritto e crescentine, da abbinare a taglieri di salumi misti (prosciutto di Parma 30 mesi “S. Ilario”, mortadella “Selezione Villani”,  salame di budello gentile,  coppa di Mora Romagnola “il Grifo”). Oppure al Re dei salumi, il Culatello di Zibello selezione Brozzi, e a formaggi misti (pecorino del Frignano, formaggio di Fossa, Parmigiano Reggiano 24 Mesi, squaquerone). Poi arrivano i borlenghi, tanto amati quanto rari da trovare se non appunto alle feste di paese, verranno per l’occasione fatti al momento con le loro piastre da due mastroborlengari dell’Appennino modenese e saranno accompagnati dal battuto di lardo di montagna alle erbe aromatiche e  Parmigiano Reggiano. Fra i primi piatti, tortelloni classici burro e salvia, Tortelloni “Vecchia Modena” con guanciale e aceto balsamico oppure Tortellini in crema di Parmigiano Reggiano 30 mesi. E per finire, i dolci: Borlengo accompagnato da crema di nocciole, Gelato fiordilatte fatto in casa e ciliegie di Vignola spadellate, oppure Gelato alla crema, sempre della casa, con Aceto Balsamico “Sereni” Riserva. Il lambrusco non poteva che essere il protagonista in tavola. Ogni fetta di terra qui ha una sua peculiarità di vitigno o di stile: si avrà allora l’opportunità di assaggiare l’intera selezione del territorio  nelle versioni dei migliori interpreti: per Castelvetro, Corte Manzini – “L’Acino” Grasparossa; per la zona di Campogalliano Podere Il Saliceto – “Falistra” Sorbara; a Ravarino Marchesi di Ravarino – “Baby Magnum” Sorbara . E poi ancora Sorbara Paltrinieri – “Radice” Sorbara ; Fuori Categoria poi Podere Sottoilnoce con il suo “Cattabrega” fatto da  uve bianche e rosse del territorio e Bergianti con “No Autoclave” di Salamino e Sorbara. Infine per Reggio Emilia Medici Ermete – “Concerto” 100% Salamino.

I prezzi saranno alla carta in una versione speciale: infatti a ogni commensale sarà consegnata una comanda compilabile come quella che viene distribuita alle sagre! Per info e prenotazioni Cell. 3482293452.