“Modena Comune” di giugno, si riparte a “Costruire futuro”

32

Le riflessioni di Claudio Longhi, direttore Ert, e Giuliano Albarani, direttore del S. Carlo. Nel mensile, online da lunedì 1 giugno, anche il sistema di educazione integrato “Zerosei”

MODENA – In copertina, titolo “Costruire futuro”, due bambine corrono avanti su un prato mentre il fratellino si fa “tirare” dal papà. Nasce “Modena Zerosei” per qualificare l’educazione: un progetto sostenibile e di qualità che punta su un sistema integrato rilanciando la centralità dell’educazione a partire dai più piccoli, fino a sei anni di età (nel numero di luglio si riferirà del relativo dibattito in Consiglio). E con “RiusciaMO Insieme” ripartono le attività ludico-ricreative estive per bambini e ragazzi. Ma l’immagine che apre Modena Comune di giugno è anche un augurio, simbolo di una ripartenza graduale ma tanto desiderata, che continuerà a richiederci attenzioni e cautele ma è accompagnata dalla voglia di tornare a correre insieme. Un’immagine che vale per i ragazzi e le scuole, ma anche per tutti dopo la fase più dura dell’emergenza sanitaria.

Nel mensile dell’Amministrazione da lunedì 1 giugno online sul sito del Comune (www.comune.modena.it/salastampa), il post lockdown è affrontato sotto più aspetti: quello dell’economia con un’intervista al professor Fabbri di Unimore, e quello della cultura nelle riflessioni di Claudio Longhi, direttore Ert, e Giuliano Albarani, direttore del S. Carlo. Si va poi dalla progressiva riapertura dei servizi rafforzati dall’online, al ritorno dei visitatori nel sito Unesco e ai musei, dal prestito ripartito nelle biblioteche, all’impegno annunciato di vedere a fine mese lo svolgimento nei limiti concessi della Festa della Musica come annuncio di una programmazione estiva cittadina.

“Modena Comune” di giugno racconta della ripresa del lavoro in cantieri importanti per la città, del successo di Motor Valley Fest online, di nuove strategie digitali di promozione del turismo, per essere pronti ad agganciare i primi segnali di ripresa del settore. E ritorna la pagina degli appuntamenti, sospesa nei mesi del “iorestoacasa”.

Nelle pagine del Consiglio, la nascita di una Commissione speciale per affrontare i temi del Covid-19, il Peep 2 a Cittanova, il percorso del Piano urbanistico generale.

Oltre alla pubblicazione online, per il mensile inizia la distribuzione gratuita nelle cassette delle lettere in circa 80 mila copie.