Misano: approvato bilancio e piano triennale degli investimenti

77

14,7 milioni in opere per lo sviluppo della città. Non aumentano le tasse, aumenta il sostegno a famiglie e imprese

MISANO ADRIATICO (RN) – Con un tour de force negli ultimi giorni dell’anno, il consiglio comunale di Misano ha approvato il bilancio e il piano degli investimenti per il prossimo triennio.

“Definire il Piano entro il 2020 è stato molto importante – il commento del Sindaco Fabrizio Piccioni – perché rende disponibili le risorse immediatamente all’inizio del 2021. E’ stato uno sforzo importante e ringrazio tutti i consiglieri comunali che hanno dedicato giornate legate tradizionalmente alle Feste alla visione del documento che diventa uno strumento di lavoro fin da subito. E’ un bilancio solido, che non prevede aumenti di tasse ma potenzia servizi alla persona e sostegno alle imprese, oltre a pianificare opere strategiche per lo sviluppo del territorio”.

Nessun incremento di tasse, quindi, ma conferma di tutti i servizi dedicati al sociale col sostegno dei servizi sociali, alla scuola con il contenimento delle rette, alle famiglie con il contributo per l’affitto e la riduzione della Tari con un extra contributo comunale di oltre 50mila euro. Riduzione della tassa rifiuti per 220mila euro anche per le imprese, oltre a quella già applicata da Hera per le attività chiuse durante il lockdown. A queste misure saranno destinati i 506 mila euro riconosciuti per le ‘zone rosse’, integrati dal bilancio comunale.

Robusto il piano di investimenti che nel prossimo triennio riguarderà opere per 14,7 milioni.

“Alla gestione ordinata e virtuosa degli introiti comunali – prosegue Piccioni – si aggiunge la capacità di intercettare fondi europei e regionali che alimentano una progettualità importante”.

Nel bilancio triennale non risultano alcune opere già finanziate dal bilancio precedente e che verranno realizzate nel corso del 2021. Tra queste le due rotatorie sulla Statale 16 all’incrocio di Via Grotta e ingresso pista go kart, la palestra di via Rossini finanziata con 850mila euro, 700mila euro di manutenzioni di strade e arredi, l’intervento in via Baracca per un lavoro di arredo urbano speculare alla parte già realizzata.

Il piano triennale si fonda su tre pilastri: il rafforzamento dell’edilizia sportiva che per Misano è fondamentale, sia per soddisfare le società del territorio che per la funzione turistica; il completamento della rete di piste ciclabili per collegare le frazioni dell’entroterra (Misano Monte-Scacciano-Riccione, Casette-Cella e Villaggio Argentina-Misano Mare) e i poli più importanti della vita cittadina; l’edilizia scolastica con l’adeguamento sismico del plesso scolastico capoluogo per un importo superiore al milione di euro. Inoltre la riqualificazione del “Parco mare nord” assieme alla Palazzina Avis per i quali si attende il bando regionale per la “riqualificazione delle aree urbane”, così da completare una zona di grande pregio e apprezzata da residenti e turisti.

Sul fronte della viabilità, fari puntati sul completamento del lungomare fino a Portoverde previsto per il prossimo settembre e l’intervento in via Gramsci, arteria fondamentale, su cui l’amministrazione interverrà con un rifacimento globale.

Si aggiunge la strada di collegamento fra Riccione e Villaggio Argentina, a cura di Anas, opera fondamentale per eliminare gran parte del traffico pesante dalle strade dell’entroterra Comunale.