Mese della Scienza, giardino del secco e industria digitale

Giovedì 15 novembre alla Delfini “Oltre il giardino”. Venerdì 16 alle 18.30 Massimo Temporelli, presidente del FabLab di Milano, in dialogo con Gianluca Dotti di Wired

MODENA – È Massimo Temporelli, presidente e co-fondatore del FabLab di Milano, il prossimo ospite del Mese della Scienza delle biblioteche con l’Università, venerdì 16 novembre alle 18,30 alla Biblioteca Delfini di Corso Canalgrande 103 a Modena.

In un incontro intitolato “L’industria e la rivoluzione 4.0”, aperto liberamente a tutti e adatto anche a un pubblico adulto, dialogherà con Gianluca Dotti, giornalista di Wired, sulla quarta rivoluzione industriale: un mondo in cui robot, intelligenza artificiale e tecnologie stanno cambiando il modo di progettare, produrre e acquistare.

Stem (acronimo di Scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) e digitale sono le parole chiave dell’industria di oggi e di domani. Più scienza e più tecnologia devono entrare nel bagaglio di conoscenze dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro.

Il giorno precedente, giovedì 15 novembre alle 17.30, alla Delfini prosegue il mini ciclo “Oltre il giardino”, tre lezioni del maestro giardiniere Carlo Pagani organizzate con l’Orto botanico. Tra i più noti specialisti italiani del paesaggismo e del verde, collezionista di rose e frutti antichi, attento alla ricerca varietale e alla biodiversità, da anni Pagani trasmette l’amore per il giardino attraverso libri, trasmissioni televisive e rubriche su riviste come Gardenia.

La sua lezione in biblioteca di giovedì 15 è dedicata a “Il giardino del secco: coltivare con il clima che cambia”, ed è aperta liberamente a tutti senza prenotazione.

Il programma completo del “Mese della scienza” si può consultare sul sito internet delle biblioteche comunali (www.comune.modena.it/biblioteche).