Martedì 22 dicembre ultimo Consiglio comunale del 2020 (FOTO)

56

Alle ore 14, videoconferenza diretta youtube su Cesenawebtv

CESENA – Martedì 22 dicembre, alle 14, è in programma l’ultimo Consiglio Comunale di Cesena del 2020. L’Assemblea sarà convocata, come avvenuto nel corso dell’anno a causa dell’emergenza sanitaria in atto, anche in modalità di videoconferenza (trasmessa su Youtube sul canale dell’Ente Cesenawebtv) per consentire ai Consiglieri di prendere parte ai lavori in presenza oppure a distanza. L’assise sarà introdotta dalle interpellanze del Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle relativa alla tombinatura dello scolo consorziale Dismano-Pievesestina e del Consigliere comunale Lorenzo Plumari del Partito Democratico in riferimento alla riapertura delle Scuole superiori di Secondo grado e alla gestione del Trasporto pubblico locale.

La seconda sessione sarà introdotta dalle comunicazioni della Presidente del Consiglio Comunale Nicoletta Dall’Ara e del Sindaco Enzo Lattuca. I lavori proseguiranno sempre con il Sindaco che presenterà la nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione 2021-2024 e di aggiornamento al programma triennale dei LL.PP. 2020-2022 e all’elenco annuale 2020. Seguirà l’Assessore al Bilancio Camillo Acerbi che illustrerà all’assemblea il Bilancio di previsione 2021-2023. Si procederà poi con l’approvazione del programma degli incarichi e collaborazioni per il triennio 2021-2023. Sempre l’Assessore Acerbi presenterà la relazione sullo stato di attuazione del piano di razionalizzazione delle partecipazioni societarie 2019 e, in chiusura, presenterà l’aumento di capitale sociale e la sottoscrizione di nuove azioni riguardanti Cesena Fiera.

Seguirà l’Assessora alle Politiche Ambientali Francesca Lucchi che presenterà l’istituzione della Consulta per l’ambiente e l’approvazione del disciplinare. Chiuderà i lavori l’Assessora alla Programmazione e all’Attuazione urbanistica Cristina Mazzoni che interverrà in merito all’assegnazione di una quota dei proventi derivanti dagli oneri di urbanizzazione secondaria a enti esponenziali delle confessioni religiose. Il regolamento dovrà essere approvato dal Consiglio.