Mario Cresci. La luce, la traccia, la forma dal 12 settembre 2020 al 10 gennaio 2021 a Modena

19

MODENA – Fondazione Modena Arti Visive è lieta di presentare la mostra Mario Cresci. La luce, la traccia, la forma, a cura di Chiara Dall’Olio. Mario Cresci è autore, fin dagli anni Settanta, di opere eclettiche caratterizzate da una libertà di ricerca che attraversa il disegno, la fotografia, il video, l’installazione, il site specific. Il suo lavoro si è sempre rivolto a una continua investigazione sulla natura del linguaggio visivo attraverso il mezzo fotografico usato come pretesto opposto al concetto di veridicità del reale.

In questa occasione, il grande fotografo si ispira alle origini della fotografia come traccia creata dalla luce selezionando una serie di opere che evidenziano il suo interesse per l’incisione e più in generale per il “segno”, in dialogo con la mostra che le Gallerie Estensi, in collaborazione con FMAV, dedicano all’inventore della fotografia W. H. Fox Talbot.

É già possibile prenotare su Vivaticket il proprio biglietto, che consentirà l’accesso anche alla mostra Quayola. Ultima perfezione.

La mostra aprirà al pubblico a partire da sabato 12 settembre. Non è previsto un momento inaugurale causa restrizioni indicate dalle misure preventive alla diffusione del Covid-19.

FMAV – Palazzo Santa Margherita
Corso Canalgrande, 103, 41121 Modena

Orario
Mercoledì, giovedì e venerdì: 11-13 / 16-19
Sabato, domenica e festivi: 11-19
Durante festivalfilosofia
18 e 19 settembre: 9-23; 20 settembre: 9-21.

Biglietto unico Mario Cresci + Quayola
Intero € 6,00 | Ridotto € 4,00
Ingresso libero: mercoledì | prima domenica del mese | dal 12 al 17 settembre e durante festivalfilosofia (18-20 settembre 2020).

Visite guidate
A partire dal 26 settembre, ogni sabato alle ore 17.30.

Informazioni
+39 059 2032919
biglietteria@fmav.org
www.fmav.org