Marina Massironi in scena a Rimini con “Ma che razza di Otello?” di Lia Celi

IMG_5348Mercoledì 13 dicembre, ore 21, lo spettacolo è in programma al Teatro Novelli

RIMINI – Lia Celi riscrive in chiave ironica e con un punto di vista tutto femminile una delle più famose opere shakespeariane, affidando la rilettura alla comicità e sensibilità di Marina Massironi

Un’attrice divertente e dall’animo sensibile che incontra una scrittrice dall’ironia pungente e dissacrante, per la rilettura originale, e al femminile, di una delle più famose vicende shakespeariane. Marina Massironi è la protagonista di “Ma che razza di Otello?” in scena mercoledì 13 dicembre alle 21 al Teatro Novelli (turno D – altri percorsi), uno spettacolo scritto dalla scrittrice riminese Lia Celi.

Un connubio che si ripropone dopo l’assaggio offerto nel giugno scorso al pubblico di Rimini in occasione dell’avvio di celebrazioni del trecentesimo anniversario della nascita di Sigismondo Pandolfo Malatesta, quando l’attrice diede voce ad un applaudito monologo scritto da Lia Celi (a quattro mani con Andrea Santangelo), immaginando un’Isotta degli Atti contemporanea e ironica.

L’Otello, opera impressa nell’immaginario popolare come il ‘dramma della gelosia’, è diventata materia per l’opera musicale ottocentesca, sempre a caccia di trame dense di contrasti emotivi, dall’impatto immediato, e possibilmente con titoli di forte richiamo come imponeva la legge del botteghino. In questa produzione diretta da Massimo Navone, la vicenda del Moro diventa un’esilarante cavalcata fra passioni e intrighi del Cinquecento e dell’Ottocento, con inaspettate irruzioni e divertenti cortocircuiti con l’attualità. Attraverso la riscrittura di Celi, Marina Massironi ripercorre in modo ironico e con un inedito punto di vista femminile la storia dell’impresa verdiana, mentre la musica dal vivo arrangiata da Augusto Vismara ripropone arie, recitativi e fantasie di temi per un trio di musicisti che evoca i colori dell’orchestra. Un’ora e mezza di parole, musica, risate e pensieri per capire che alla domanda “Ma che razza di Otello?” c’è una sola risposta, quella di Albert Einstein: “Razza: umana”.

Mercoledì 13 dicembre, ore 21 – Teatro Novelli
(TURNO D – altri percorsi)

MA CHE RAZZA DI OTELLO?
di Lia Celi
con Marina Massironi
Fabio Battistelli – clarinetto
Augusto Vismara – violino
Neruda – pianoforte
regia Massimo Navone
produzione mdspettacoli

Biglietti
Platea A   € 16 – Platea B € 14 – Galleria € 13 – Ridotti Platea B e Galleria  € 12 – Giovani under 29 con Cultcard   € 12.
I 18enni possono inoltre usufruire del “Bonus cultura”, il bonus di 500 euro che il governo riserva ai nati nel 1999 e valido per l’acquisto di abbonamenti e biglietti teatrali (tutte le informazioni al link www.teatroermetenovelli.it/biglietteria/18-app).

Info biglietteria
La biglietteria del Teatro Novelli è aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Info biglietteria: 0541.793811.
E’ possibile acquistare i biglietti anche on line al sito www.teatroermetenovelli.it e cliccare su “Acquista biglietti on line”. Dopo essersi registrati sarà possibile scegliere i posti e acquistare i biglietti pagandoli con carta di credito o Paypal.
Il programma completo con tutti gli spettacoli della Stagione teatrale, gli altri appuntamenti fuori abbonamento e tutti gli aggiornamenti sul sito www.teatroermetenovelli.it e sulla pagina facebook fb.com/teatronovelli.