Maria Boorman Ceccarini raccontata dagli studenti

6

Sabato 30 aprile, dalle 9.00, visite guidate gratuite nei luoghi che ricordano l’amata benefattrice

RICCIONE (RN) – Nei 100 anni della storia del Comune di Riccione c’è l’impronta fortissima impressa dall’opera di Maria Boorman Ceccarini.

Un gruppo di studenti di terza e quarta del Liceo “Cesare-Valgimigli”, formatosi in questi mesi e nelle vesti di ‘ciceroni’, sabato 30 aprile condurrà i partecipanti in visite guidate gratuite lungo un percorso che racconterà l’importanza della benefattrice per lo sviluppo della città. Visite in sicurezza, col distanziamento favorito dall’uso di audio guide.

L’iniziativa rientra nel progetto Lectiones Novae promosso dal Liceo Cesare-Valgimigli e dal Rotary Club Rimini Riviera, curato dalla professoressa Michela Cesarini e in memoria dei coniugi Rosa Bianca Grassi e Gastone Mariani.

Maria Boorman Ceccarini fu una donna straordinaria, generosa e lungimirante, colta e riservata, nata a New York nel 1840 da una ricca famiglia statunitense di solida tradizione filantropica e che ha segnato profondamente la storia di Riccione. Un legame forte, la cui memoria occorre tener viva e raccontare con l’aiuto delle nuove generazioni.

Nella mattinata di sabato sono in programma cinque visite guidate con partenze scaglionate dalle 9.00 alle 11.00. Una di queste, alle 10.00, sarà effettuata in lingua inglese, in omaggio alle origini statunitensi di Maria Boorman Ceccarini. Saranno raccontati diversi luoghi cittadini, con partenza dal giardino della Scuola dell’Infanzia Ceccarini e termine al Palazzo del Turismo, per una durata di circa novanta minuti.

La partecipazione è gratuita, previa prenotazione entro il 29 aprile compilando il form sul sito www.rotaryriminiriviera.org oppure telefonando al 333.7352877

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Riccione, è svolta in collaborazione con ASL Romagna, proprietaria del Presidio ospedaliero Ceccarini.

La visita guidata è frutto di un lavoro di sinergia tra due sezioni del liceo, Scienze Umane e Classico, che racconteranno aspetti diversi della straordinaria figura di Maria Ceccarini e le istituzioni tuttora sono in attività grazie alla sua liberalità e intelligenza: la Scuola dell’Infanzia Maria Ceccarini, nata nel 1891 come Kindergarten, l’Ospedale Giovanni Ceccarini, dedicato al defunto marito medico, la Villa Torre Rossa già sul Colle di Scacciano.

Un percorso avvincente lungo viale Ceccarini dalla storia di fine Ottocento dell’allora borgata di Riccione, che grazie al racconto degli allievi anche durante gli spostamenti, annoderà quella storia alle tappe salienti delle vicende future del Novecento, che hanno visto l’istituzione del Comune nel 1922 e lo sviluppo turistico balneare, metteranno in luce alcuni aspetti della forma urbana di Riccione. La visita si concluderà al Palazzo del Turismo.

Gli allievi sono stati preparati dalle insegnanti Annalisa Patrignani, Francesca Canarecci, Michela Cesarini e Federica Tanfani, basandosi sui testi di Patrizia Bebi e Oreste Delucca, I Ceccarini per Riccione, Il Giardino d’Infanzia e l’Ospedale, Pazzini 1990 e di Giuseppe Lo Magro, La Riccione di Maria Boorman Ceccarini, Famija Arciunesa 2018.