Magazzeno Art Gallery

5

Non la “solita” Galleria

RAVENNA – MAG – Magazzeno Art Gallery è una Home Gallery che si sviluppa all’interno di un antico palazzo del 1836, nel centro storico di Ravenna. Fondata nel 2016 da Alessandra Carini, la galleria nasceva originariamente in un ex magazzino dello zolfo (da cui prende il nome) all’interno di un quartiere industriale della città. Questo radicale cambiamento di paradigma scaturisce dalla consapevolezza che:
• la galleria tradizionale, il “white cube” è un concetto di galleria neutro e poco inclusivo;
• la galleria d’arte non deve essere uno spazio dove le persone si sentano a disagio o giudicate ma un luogo di condivisione, accogliente e ospitale.

Alessandra Carini non è figlia d’arte, non proviene da una famiglia di galleristi e tutto ciò che è riuscita a creare in questi 10 anni, lo deve a sé stessa e agli insegnamenti di maestri come Francesco Bonami, Gilberto Zorio, Angela Vettese e Frank Boehm, conosciuti mentre studiava all’università IUAV di Venezia, che gli hanno mostrato il mondo dell’arte da una diversa prospettiva, più diretta e meno snob.

L’obiettivo di Magazzeno Art Gallery è rendere l’arte contemporanea più inclusiva (come sempre dovrebbe essere) e accogliere i clienti, i collezionisti, ma anche gli spettatori occasionali in un luogo intimo, vissuto, in grado di trasmettere una passione sincera. Il focus principale non è quindi la mera vendita, quanto piuttosto la valorizzazione e la diffusione dell’arte contemporanea ad un pubblico sempre più numeroso.

La galleria ha inoltre messo a punto un programma di residenze, chiamate Equidistanze | Residenze Artistiche, nate negli spazi di un antico casale colonico immerso nella natura, per rispondere all’emergenza Covid-19 e per sostenere e promuovere gli artisti emergenti in un periodo di grande difficoltà. La prima edizione ha visto coinvolti 32 artisti/e che si sono alternati nei mesi di luglio e agosto del 2020, mentre la seconda edizione si terrà dal 27 luglio al 30 agosto 2021 e il termine per la presentazione dei progetti è fissato per il 20 giugno 2021.

Durante la pandemia è nato anche un altro progetto: The art is on the table, un programma radiofonico che va in onda tutte le settimane su RSE Radio Web, in cui Alessandra Carini, insieme al pittore e storico dell’arte Nicola Montalbini, parlano di arte contemporanea in modo non convenzionale, usando un linguaggio semplice e divertito, raccontando le storie degli artisti simbolo, delle opere fondamentali e i retroscena più interessanti.

Per il futuro Alessandra ha infine diversi progetti, tra cui la creazione di un movimento artistico in grado di riportare l’arte al centro della discussione pubblica, riappropriandosi così del suo ruolo cruciale all’interno della società.