Maddock e Valle, live fuori programma ai Giardini d’Estate

ModenaLunedì 23 luglio alle 21 tappa modenese per il tour italiano del rocker di Leicester

MODENA – Si aggiunge un concerto rock live al programma dei Giardini d’Estate, la rassegna curata da Studio’s nell’ambito dell’Estate modenese organizzata dal Comune con sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena ed Hera.

Lunedì 23 luglio alle 21, infatti, fuori programma, il palco del cuore verde del centro storico ospita la tappa modenese del tour italiano di James Maddock, accompagnato dalle chitarre di Alex Valle, con il nuovo album “Insanity vs Humanity”. L’appuntamento, come gli altri dei Giardini, è a ingresso libero.

ModenaJames Maddock (www.jamesmaddock.net) è nato e cresciuto a Leicester in Inghilterra ma la sua carriera musicale è negli Usa, dopo un periodo di esperienze a New York. Nel 2000 è leader della band “Wood”, e inizia a suonare live al fianco di personaggi come Paula Cole, Train e Susan Tedeschi. Dopo alcuni anni di pausa, il 2009 segna il ritorno col suo primo album solista “Sunrise on Avenue C” che scala in poco tempo le prime posizioni delle classifiche radio e conquista i favori del pubblico e della critica, ricevendo prestigiosi premi come i NY Music Awards.

In breve tempo Maddock si impone grazie alla sua voce particolare e soprattutto per urgenza poetica, immediatezza espressiva e un pizzico di romanticismo da bohémien. Con la sua band suona spesso dal vivo in un locale cult del Village, Il Rockwood Music Hall, dove incontra il chitarrista dei Counting Crows e di John Hiatt David Immerglück con il quale incide “Jimmy & Immy”, registrato dal vivo proprio nel locale della “grande mela”. Un altro incontro fondamentale è con il leader della band irlandese “Waterboys”, Mike Scott, con il quale inizia a scrivere canzoni a quattro mani, tra cui “Beautiful Now” che Maddock include nel disco “Wake Up and Dream”, pubblicato nel 2011. È il disco della consacrazione per il rocker di Leicester che si ritaglia un ruolo da protagonista nel panorama del songwriting mondiale. Nel 2013 pubblica “Another Life”, una raccolta di ballate elettro acustiche a cui partecipa Larry Campbell, storico collaboratore di Bob Dylan. Maddock da alcuni anni è ospite fisso del “Light of Day”, una carovana di straordinari songwriter americani che girano il mondo per raccogliere fondi per la lotta e la ricerca contro il morbo di Parkinson. Padrino della Light of Day Foundation è Bruce Springsteen che si è esibito con James Maddock, Garland Jeffreys, Willie Nile più volte sul palco del Paramount Theatre di Asbury Park nel concerto conclusivo di questa maratona di solidarietà. Nel 2014 Maddock firma per la storica etichetta italiana Appaloosa che pubblica “The Green” e il successivo “Live in Italia” registrato dal vivo al Folk Club di Torino insieme ad Alex Valle e David Immergluck.

Ai Giardini Ducali di Modena Maddock è accompagnato alle chitarre da Alex Valle, polistrumentista specializzato in chitarre slide e “pedal steel”, che ha collaborato come chitarrista in studio e in tour con artisti internazionali e italiani quali, tra gli altri, Enrico Ruggeri, Lucio Dalla e Francesco De Gregori.

Informazioni e aggiornamenti alla pagina facebook Giardini d’Estate.

Programma completo dell’Estate online a www.comune.modena.it/estate2018