Lutto. Cordoglio del presidente Bonaccini per la scomparsa del giornalista Antonio Ramenghi

“Se ne va un pezzo del miglior giornalismo espresso dalla nostra terra, fatto di senso di responsabilità, un vero esempio per tanti. Esprimo vicinanza alla moglie e ai figli”

logo regione emilia romagnaBOLOGNA – “Sono profondamente colpito dalla scomparsa di Antonio Ramenghi, un ottimo giornalista, un professionista scrupoloso e impeccabile, oltre che un galantuomo d’altri tempi”.

Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, appresa la notizia della morte di Ramenghi: “Con lui scompare un pezzo del miglior giornalismo espresso dalla nostra terra, fatto di senso di responsabilità, un vero esempio per i tanti giornalisti che a lui hanno guardato e da lui imparato. Il suo ultimo impegno, dedicato alla difesa della Costituzione italiana, dà la misura delle sue capacità e delle radici su cui ha basato il proprio mestiere”.

“In questo triste momento, a nome mio personale e di tutta la Giunta regionale, esprimo vicinanza e cordoglio alla moglie e ai figli, cui va un sincero abbraccio”.