Lunedì 2 novembre omaggio ai caduti a San Cataldo

15

Niente celebrazione liturgica, ma sindaco e prefetto depongono fiori al Famedio e al Campo militare. Mercoledì 4 novembre Festa dell’unità nazionale

MODENA – Quest’anno, causa Covid, non è prevista la messa a suffragio dei defunti e dei caduti di tutte le guerre nella chiesa del cimitero di San Cataldo a Modena, ma il sindaco Gian Carlo Muzzarelli e il prefetto Pierluigi Faloni lunedì 2 novembre alle 9 presenteranno comunque un omaggio ai caduti. In particolare, verrà deposta una cesta di fiori al Famedio dei caduti della Guerra di Liberazione e una corona al campo dei caduti nella Prima Guerra mondiale.

Mercoledì 4 novembre, alle 9, al monumento dei Caduti di viale Rimembranze, in occasione della Festa dell’unità nazionale e della Giornata delle forze armate e del combattente, invece, è in programma la cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione di una corona di alloro.

Anche le cerimonie del 4 novembre si svolgono in forma ridotta, sono confermate comunque la deposizione di una corona ai caduti nella sede della Prefettura (alle 9.15) e un’altra al Sacrario della Ghirlandina, alle 9.30.

Nel manifesto promosso dalle istituzioni modenesi, insieme alle associazioni combattentistiche d’arma e partigiane, si ricorda in particolare “l’eroismo dei nostri soldati, per tanta parte operai e contadini, che combatterono e caddero fino al raggiungimento della Vittoria; e il 72° anniversario della Costituzione, rivivendo “l’orgoglio del popolo italiano e dei militari che, con la lotta al nazifascismo, hanno restituito libertà e dignità al Paese”. Viene inoltre ribadita l’importanza della trasmissione della memoria storica alle giovani generazioni “quale monito e testimonianza perché non si ripetano più gli orrori del passato” e si manifesta riconoscenza “alle Forze armate, presidio delle istituzioni repubblicane, e a tutti i nostri militare impegnati nell’adempimento del proprio dovere in Italia e all’estero”.