Lunedì 14 marzo le scuole incontrano la scrittrice Emanuela Da Ros

24

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – Continuano gli appuntamenti della rassegna “Bolle d’Arte”, a cura della Biblioteca comunale Passerini Landi.

Il prossimo appuntamento online per le scuole secondarie del territorio sarà lunedì 14 marzo con la giornalista e scrittrice Emanuela Da Ros, vincitrice nel 2020, con il romanzo “Chi li ha visti”, del premio letterario Anguissola promosso dal Comune di Travo, organizzato in collaborazione con la rivista Andersen. Insegnante, giornalista e mamma, originaria della provincia di Treviso, Emanuela Da Ros ha esordito nella letteratura per ragazzi nel 2000, anno in cui ha vinto il Premio Pippi per inediti con “Il Giornalino Larry” (Feltrinelli, 2001). Nel 2015 è uscito, sempre per Feltrinelli, “La storia di Marinella, una bambina del Vajont” e, nel 2017, “Bulle da morire”. Ancora per Feltrinelli Kids, “Io faccio quello che voglio!” (2019) e “Il club delle gazze ladre” (2019). In “Chi li ha visti?” (Piemme, 2021) Emanuela Da Ros si cimenta con il genere giallo raccontando la vicenda di Lola e Carolina, due cugine che, tra continui bisticci e pesanti silenzi, partono insieme per una vacanza nella noiosissima Apice, a casa di nonna Marcella. Apice, un borgo sperduto in provincia di Benevento, si rivela presto più affascinante del previsto e le due nemiche-amiche conoscono due ragazzi con cui vivere emozionanti avventure. Ma, a un certo punto, una di loro sparisce e comincia il mistero.

“Bolle d’Arte” è il titolo del progetto delle biblioteche del Polo Bibliotecario Piacentino, finanziato con il contributo del Ministero della Cultura – Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore – Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario 2021: “Le biblioteche del Polo, con il coordinamento della Biblioteca Passerini Landi di Piacenza che svolge la funzione di capofila – spiega il direttore della Passerini Landi Graziano Villaggi – hanno elaborato un progetto che prevede di riscoprire la bellezza della lettura condivisa e inclusiva per un ritorno, dopo la pandemia, alla leggerezza e alla socialità”. Le iniziative, sia in presenza che a distanza, sono state svolte con autori di fama nazionale e in collaborazione con lettori volontari, associazioni locali, gruppi di lettura e scuole. Nella rassegna sono stati inoltre previsti eventi inclusivi realizzati per utenti con bisogni speciali, mediante l’utilizzo della Comunicazione Aumentativa Alternativa e della Lingua Italiana dei Segni. Tutte le iniziative, sia a Piacenza che in provincia, sono consultabili sul sito del Polo LeggerePiace.

Recentemente ha riscosso un grande apprezzamento l’incontro online con lo scrittore Daniele Nicastro, che ha virtualmente dialogato con gli studenti di una ventina di classi delle scuole secondarie di primo grado di Piacenza e provincia. Autore a tempo pieno per ragazzi, siciliano d’origine ma trapiantato a Cuneo, Nicastro ha scritto, tra gli altri, “Grande”, vincitore del premio letterario Legenda Junior, “Kalifa, un immigrato da medaglia”, “Stalker”, “Il Furto del secolo” e la “Giornata contro le mafie”. Durante l’incontro sono stati affrontati temi importanti e profondi come il rapporto tra la mafia e i ragazzi, la scelta della legalità anche quando le occasioni della vita possono portare su una strada diversa e il tema dello stalkeraggio, con il vortice di paure ad esso connesse. Non sono mancate, da parte dei giovani studenti, domande sulla sua attività di scrittore, sui motivi che l’hanno spinto a diventare un autore per ragazzi e consigli pratici per i futuri scrittori di successo.