L’ultimo Ribelle, il primo album da solista e tutto in italiano di Paolo Domeniconi

9

FORLÌ – Paolo Domeniconi, leader dal 1983 della storica band new rockabilly dei The Rebel Cats, ha presentato – con un concerto di anteprima tenutosi nell’iconico Naima Club di Forlì – L’Ultimo Ribelle, il suo primo album rockabilly da solista, tutto in italiano. 

L’album, che è stato preceduto anche dal video del singolo Good Morning Teds, è disponibile negli store fisici e digitali a partire dal 16 Dicembre,  distribuito dall’etichetta fiorentina Audioglobe.

L’Ultimo Ribelle si compone di nove tracce, di cui otto inediti e una cover di “Gioia e Rivoluzione” degli Area. In modo originale e personalissimo, L’ultimo Ribelle trae spunto dal vissuto di Domeniconi, per veicolare il suo pensiero sui temi più caldi e controversi del presente.

I testi sono stati realizzati in collaborazione con l’inimitabile penna del poeta Claudio Molinari, e ruotano attorno al tema dell’amore per la vita, per il mondo e per le persone.

Il disco è stato masterizzato allo Yes Master Studio di Nashville (Tennessee), dall’ingegnere del suono Jim Demain – che ha lavorato tra gli altri con Elton John: «Adoro davvero questo album. Ha un’atmosfera così fantastica. La musica mi ricorda un po’ il rock’n’roll degli anni Sessanta, ed è che se fosse scritta per la colonna sonora di un film di Fellini».

Ad accompagnare Domeniconi (chitarra e voce) sul palco del Naima Club e nella registrazione live del disco alcuni dei migliori musicisti della scena locale e non, tra cui Mattia Montesi (contrabbasso), Don Antonio e Luca Giovacchini (chitarre), Piero Perelli (percussioni) e Vince Valicelli (batteria).

L’Ultimo Ribelle è stato registrato in presa diretta presso lo studio Crinale Lab, tra Brisighella e Modigliana, ed è stato poi mixato nella sala d’incisione forlivese L’amor Mio Non Muore, dal maestro Roberto Villa.

Il disco è stato realizzato grazie anche al contributo della Regione Emilia-Romagna, nell’ambito del Bando 2022 della L.R. 2/2018 “Norme in materia di sviluppo del settore musicale”.