L’incontro tra il Comune e il mondo dello sport chiuso dall’ultimo DPCM

17

Patrizia Barbieri: “Ci facciamo interpreti delle richieste di un settore duramente colpito”

PIACENZA – “Ci facciamo interpreti delle richieste di un settore duramente colpito già dal primo lockdown e ulteriormente oggi dalle decisioni assunte nell’ultimo DPCM, impegnandoci a fare da cassa di risonanza, sulla base di un documento condiviso, delle vostre proposte nei confronti della Regione e del Governo. Allo stesso tempo, verificheremo tutti gli strumenti possibili da mettere in campo a livello locale per venire incontro alle problematiche economiche e di immagine che vengono evidenziate”.

Questo è l’impegno che il Sindaco Patrizia Barbieri, insieme all’Assessore allo Sport Stefano Cavalli e ai capigruppo in consiglio comunale, si è assunta di fronte ai rappresentanti di gestori di palestre, scuole di danza e altri centri sportivi costretti alla chiusura dall’ultimo decreto governativo, nel corso di un incontro tenutosi oggi in Comune.

L’esclusione dalla possibilità di ottenere bonus e fondi governativi causato dalla non inclusione delle quote di tesseramento nel calcolo dei ricavi e il danno di immagine causato dalla nuova chiusura sono le problematiche principali evidenziate dai rappresentanti di un comparto che rivendica anche il valore sociale della propria attività.

Accanto al Sindaco Patrizia Barbieri e all’Assessore allo Sport Stefano Cavalli hanno preso parte all’incontro i capigruppo in consiglio comunale Carlo Segalini (Lega), Giancarlo Migli (FdI), Francesco Rabboni (FI), Gianpaolo Ultori (Liberali, su delega di Antonio Levoni), Andrea Pugni (M5S), Massimo Trespidi (Liberi), Stefano Cugini (PD) e Mauro Saccardi (Gruppo Misto), che si sono resi disponibili a un lavoro comune per la stesura di un documento condiviso da sottoporre all’attenzione della Regione e del Governo.