Lectio Magistralis di Carlo Ossola questa sera e di Cristiano Cavina il 16 aprile a Bagnacavallo

Sabato 13 aprile alle 21 e martedì alle ore 21 al Ridotto del Teatro Goldoni

BAGNACAVALLO (RA) – Nell’ambito delle manifestazioni celebrative della restituzione del Ridotto del Teatro Goldoni alla città di Bagnacavallo, sabato 13 aprile alle ore 21 si terrà una Lectio Magistralis del professor CARLO OSSOLA, docente del Collège de France, sulla figura di TOMMASO GARZONI con letture degli attori Mariolina Coppola e Maurizio Casali tratte da Il teatro dei diversi cervelli e L’Hospidale de’ pazzi incurabili.

Martedì 16 aprile alle ore 21, un appuntamento dedicato alla letteratura – a cura di Francesca Benini – con lo scrittore romagnolo CRISTIANO CAVINA che presenterà il suo ultimo romanzo, Ottanta rose mezz’ora, edito da Marcos y Marcos.

Tutti gli appuntamenti in programma, organizzati dall’Amministrazione Comunale e Accademia Perduta/Romagna Teatri grazie al sostegno di Deco Industrie, Gruppo Hera, cooperativa Zerocento, Unicredit, Agrisol, Confcommercio-Ascom Lugo, Cna, Confesercenti e Confartigianato, sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Sabato 13 aprile ore 21
TOMMASO GARZONI:
Il teatro dei diversi cervelli e L’hospidale de’ pazzi incurabili
Lectio Magistralis del Prof. CARLO OSSOLA
con letture di Mariolina Coppola e Maurizio Casali

Un evento inedito, creato appositamente per le manifestazioni celebrative della restituzione del Ridotto del Teatro Goldoni alla città. Carlo Ossola, Emerito Professore di Letteratura italiana al Collège de France di Parigi, filologo, critico letterario, uno dei più autorevoli studiosi dell’opera dantesca, terrà una Lectio Magistralis sull’opera di Tommaso Garzoni, scrittore bagnacavallese vissuto nella seconda metà del ‘500 di cui Ossola è grande estimatore. La Lectio del Professor Ossola, cui faranno contrappunto interventi degli attori Mariolina Coppola e Maurizio Casali, si concentrerà su due testi del Gazoni: Il teatro dei diversi cervelli (1583) e L’hospidale de’ pazzi incurabili (1586), scritti che ne mettono in luce il genio e la prodigiosa inventiva di taglio bizzarramente enciclopedico.

Martedì 16 aprile ore 21
CRISTIANO CAVINA
Ottanta rose mezz’ora (Ed. Marcos y Marcos)
a cura di Francesca Benini

Cristiano Cavina presenta il suo ultimo romanzo Ottanta rose mezz’ora, pubblicato nel 2019 da Marcos y Marcos, racconto di una relazione tormentata, inaspettata, intensa.
“Vi siete mai innamorati di Sammi? Io sì. E lei ama soltanto me. Per tutti gli altri costa ottanta rose mezz’ora”. Si incontrano per caso. Due vite sospese per aria. Lui scrive, e tra libri e seminari ricava più o meno di che vivere; Sammi è una ballerina che insegna danza alle bambine. Si mandano messaggi, si cercano. Il desiderio sale dritto dalla pancia, li trascina nei vicoli bui, contro saracinesche arrugginite. Li fa vibrare come una corda sola. Lui con le sue zone oscure, la sua attrazione per i territori estremi. Sammi con il suo broncio, il passo che piega la superficie del mondo. Sammi che attira disastri, e si trova sommersa dai debiti. C’è una strada che sembra molto facile. Basta un annuncio. Aprire la porta a sconosciuti. Può assentarsi dal corpo e vendersi così, senza emozioni?

Gli eventi sono a ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti disponibili.
Info: 0545/64330
www.accademiaperduta.it