Le visite guidate di marzo alla scoperta di Piacenza

35

Palazzo Mercanti_500PIACENZA – Intenso programma di visite guidate alla scoperta della città, a cura dell’Ufficio Iat-R di piazza Cavalli cui occorre rivolgersi – telefonando allo 0523-492001 o scrivendo a iat@comune.piacenza.it – per le prenotazioni, obbligatorie per ragioni organizzative. Il costo è di 10 euro per i partecipanti dai 12 anni in su, gratuito per i più piccoli.

Si parte sabato 2 marzo con un appuntamento dedicato alla chiesa di San Sisto, “Gloria della città di Piacenza”. Ritrovo davanti all’ex ponte levatoio di Palazzo Farnese alle 10.45 per raggiungere l’edificio religioso dove, per quasi 250 anni, la “Madonna Sistina” di Raffaello Sanzio fu custodita dai monaci benedettini sino alla cessione, per 25 mila zecchini, ad Augusto III di Sassonia. Il capolavoro, oggi esposto alla Gemaldegalerie di Dresda, era stato infatti commissionato da Papa Giulio II proprio come pala d’altare per il monastero annesso alla chiesa, dove si possono oggi ammirare, tra le tante opere d’arte rimaste, le tarsie degli stalli del coro cinquecentesco, il monumento commemorativo dell’imperatrice Angilberga e il monumento funebre di Margherita d’Austria, figlia dell’imperatore Carlo V e moglie di Ottavio Farnese, che qui volle essere sepolta.

Sabato 9, dalle 15 alle 16.30, l’itinerario si snoderà invece tra le vie del centro storico, volgendo lo sguardo a monumenti e architetture che raccontano la storia bimillenaria della città: dalla fondazione come colonia romana all’età dei Comuni, dalla forte presenza religiosa alla signoria dei Farnese, ammirandone il Palazzo dall’esterno dopo aver fatto tappa in piazza Duomo e piazza Cavalli. Luogo di ritrovo lo Iat-R, così come avverà il giorno successivo, domenica 10 marzo, quando dalle 15.15 alle 16.45 si andrà alla scoperta degli antichi quartieri tra via Calzolai, vicolo del Monte, piazza Borgo, la Muntà di Ratt e via Cantarana, sulle tracce di quelli che un tempo era il distretto ebraico, quello del commercio, degli artigiani e “dei poveri”.

Domenica 17 marzo, dalle 15.30 alle 17.30, si rinnova l’appuntamento con il tour Piacenza Classica, tra piazza Cavalli con i monumenti equestri del Mochi, piazza Duomo e piazza Sant’Antonino con la basilica patronale. Un itinerario che verrà riproposto sabato 30 marzo dalle 11 alle 12.30, sempre con partenza dallo Iat-R che sarà anche il punto di avvio di un percorso quasi inedito, tutto articolato lungo via Scalabrini: la data in calendario è domenica 24 marzo, dalle 15.30 alle 17, alla scoperta dei portali di alcuni palazzi, delle tracce di vecchie chiese e della Porta dei Ladroni, con ingresso anche nella ex chiesa di San Vincenzo, restituita alla collettività dopo un lungo restauro come Sala dei Teatini.

Si conferma, per chi acquista il biglietto di una visita guidata, un buono sconto del 10% per gli acquisti all’interno del mercato coperto di Campagna Amica in via Farnesiana 17, aperto il venerdì dalle 16 alle 21, il sabato e la domenica dalle 8 alle 14.