“Le leggi razziali, un progetto sulla memoria per conoscere e non dimenticare”

Ancora un fine settimana per visitare la mostra realizzata dagli studenti degli Istituti Comprensivi di Cattolica e Mondaino

CATTOLICA (RN) – Ultimo fine settimana, dal 31 Maggio al 2 giugno, per poter visitare la mostra “Le leggi razziali, un progetto sulla memoria per conoscere e non dimenticare” presso la Galleria Santa Croce di via Pascoli dalle 17.00 alle 20.00. L’esposizione era stata inaugurata lo scorso 18 maggio, si tratta di lavori degli studenti cattolichini delle classi quinte delle primarie Carpignola, Torconca, Repubblica e classi terze della scuola secondaria Filippini e dei ragazzi di Mondaino della classe quinta primaria e delle classi terze secondaria Mondaino e Saludecio.

COME NASCE IL PROGETTO. In occasione di due momenti storici, così diversi, quali il 70esimo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione Italiana e la ricorrenza del 80mo anno della promulgazione delle leggi razziali fasciste in Italia contro gli ebrei, l’Amministrazione di Cattolica, ha promosso un progetto sulla Memoria rivolto alle scuole, dal titolo “Le leggi razziali” coinvolgendo come partner dell’iniziativa l’Istituto Comprensivo Statale di Cattolica, il comune di Mondaino con l’Istituto Comprensivo Statale, l’A.N.P.I.Cattolica-Valconca e il Laboratorio di educazione all’immagine di Cattolica.

Il progetto sulla Memoria è alla sua terza edizione e come ogni anno partecipa al bando conCittadini promosso dall’Assemblea legislativa dell’Emilia Romagna, che da anni interpreta il proprio ruolo in parlamento degli eletti, come luogo nel quale esercitare la potestà conferita ai cittadini, ma anche come casa della democrazia aperta alla sua frequentazione e conoscenza, in particolare da parte dei giovani cittadini. ConCittadini è quindi una comunità di persone, istituzioni, associazioni, operatori, funzionari, docenti e studenti, accomunati dal desiderio di avvicinare i giovani cittadini alla pratica della cittadinanza e ad una relazione con il mondo istituzionale che diviene frequentazione, partecipazione, confronto, scambio tra società civile ed istituzioni di riferimento.

L’ASSESSORE ANTONIOLI. L’assessore alla scuola e alle politiche educative Valeria Antonioli, sostiene con forza e convinzione l’idea di mantenere sempre viva la memoria storica di quegli accadimenti che hanno lasciato ferite profonde nel nostro territorio attraverso progetti in rete, rivolti alle scuole aiutando e sensibilizzando le nuove generazioni, i giovani, gli studenti, a conoscere queste pagine del recente passato della nostra Repubblica, partendo dalle leggi razziali, uno dei passaggi storici più cupi e oscuri avvenuti nel nostro paese, che ha preparato il terreno all’olocausto degli ebrei.

IL LAVORO DEI RAGAZZI. Il progetto ha visto le scuole e gli studenti coinvolti in diversi momenti di lavoro e scambio dalle lezioni frontali tenute dallo storico Daniele Susini, alla testimonianza diretta di Cesare Finzi sul tema delle leggi razziali e la sua esperienza di bambino (18 febbraio 2019 presso il Teatro della Regina), alla partecipazione di alcune classi al Premio Arti Espressive “Mario Castelvetro” che ha affrontato il tema di “Uguaglianza e Costituzione” promosso dall’A.N.P.I. di Cattolica, alla partecipazione delle classi quinte dell’Istituto Comprensivo di Cattolica al percorso Power the People promosso dall’associazione Hall of Music dove Amir Issaa, rapper e produttore discografico italiano ha stimolato i ragazzi e le ragazze alla creazione di brani musicali utilizzando il linguaggio Hip-Hop sui temi della Costituzione e i Diritti Sociali. I brani sono stati poi rappresentati dalle quinte al teatro della Regina durante la festa di fine anno scolastico. Inoltre alcune classi hanno partecipato a viaggi d’istruzione.

La Mostra sarà visitabile dal 31 maggio al 2 giugno

venerdì sabato e domenica orario dalle 17.00 alle 20.00

sito web: www.cattolica.net

www.assemblea.emr.it/cittadinanza/attiva/conCittadini

Pagina FB: https://www.facebook.com/PremioArtiEspressiveMarioCastelvetro/