‘Le cicale resistono’, Ferrara raccontata in poesia da Antonio Vergoni

5

Martedì 2 novembre 2021 alle 17 presentazione in sala Agnelli e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web

FERRARA – È dedicata a Ferrara, ai suoi paesaggi e alla sua gente, la raccolta poetica di Antonio Vergoni  ‘Le Cicale resistono, Ferrara in poesia’ che martedì 2 novembre 2021 alle 17 sarà presentata nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale youtube Archibiblio web (per accedere clicca al linK: https://cronacacomune.musvc2.net/e/t?q=4%3d8bOUCa%265%3dR%26u%3dSJX8a%268%3dTCU%26D%3d91L9J_yslq_03_ArZr_K7_yslq_98FN4.Q8L1Mu6.jG6_IXui_Sm512uFxC_yslq_98nd8_31AKikk0ozhAWiOza2h3tScn%266%3d6LzNvS.u7C%260z%3dSMYAX&mupckp=mupAtu4m8OiX0wt). Dialogherà con l’autore il direttore della biblioteca Ariostea Angelo Andreotti.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori)
Le Cicale resistono, Ferrara in poesia è una raccolta poetica dedicata alla città di Ferrara e ai suoi dintorni, alla campagna, al fiume, al mare. La silloge si compone di due parti, una prima “Il poemetto estense” è un lungo flusso poetico, una visione fuori dal tempo e dentro di esso, di com’era Ferrara, com’erano i suoi lidi e come sono ora, di chi l’ha vissuta, personalità note e gente comune, paesaggi immutati nel tempo o stravolti dalle sue conseguenze. La seconda parte, “Poesie di un solo suono”, raccoglie brani sulla città e sulla natura, il tutto in un omaggio poetico d’immagini reali e di finzione, una dolce e armonica sinfonia di parole e sentimento. Con “Le Cicale resistono” l’autore vuole presentare un’opera d’ispirazione compiutamente ecologica, in un esperimento di eco-poesia che fornisca al lettore motivi di riflessione e la considerazione di un modo di fare poesia utile allo scopo, di un impegno letterario poetico che vada oltre il valore contemplativo del verso per arrivare al cuore di concetti di valore comune.

Antonio Vergoni, attualmente è maestro elementare a Ferrara, vive nella campagna tra San martino e San Bartolomeo con la sua famiglia, la compagna Elisa e il piccolo Martino. A Ferrara è nato, il 3 agosto 1981, qui ha studiato, al liceo classico Ariosto indirizzo socio-psico-pedagogico e a Bologna alla facoltà di Scienze Politiche. Qui ha vissuto fino al 2014, quando è partito per il Sudafrica con un progetto di cooperazione allo sviluppo in collaborazione con il Comune di Ferrara. Nella capitale Cape Town ha deciso di vivere stabilmente lavorando come Chef in un ristorante italiano. È un grande appassionato di cucina, pallacanestro e di libri. È stato collaboratore di redazione per alcune testate giornalistiche cartacee e on line, gestisce un blog su agricoltura sinergica, risultato di un esperimento di orticoltura durato dieci anni. Ha un blog personale dove raccoglie l’insieme di ciò che ha scritto, da quando ha iniziato a farlo e un blog specificatamente dedicato all’Africa. Qui sono archiviati racconti, inchieste sul posto e diari di viaggio su tutto il continente. È scrittore e poeta, “Le Cicale resistono, Ferrara in poesia” è la sua prima opera poetica.

► L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli (senza limitazioni di capienza) è consentito con Green pass e mascherina.

Per assistere alle dirette o rivederle in differita sarà sufficiente collegarsi al canale YouTube del Servizio Biblioteche https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg

Il programma completo degli appuntamenti culturali della biblioteca comunale Ariostea di Ferrara alla pagina: http://archibiblio.comune.fe.it