Le architetture di luce di Scorrano accendono il Natale a FICO Eataly World

154

Dal 9 novembre la cittadina del Salento, protagonista di un simbolico “gemellaggio di luci” con Bologna, veste il Parco del cibo più grande al mondo con le sue imponenti architetture luminose con oltre 30mila led multicolori e 45mila micro luci

BOLOGNA – La chiamano la “capitale mondiale delle luminarie”, per le sue imponenti architetture luminose, realizzate a mano ogni Natale da famosi artigiani salentini, capaci di richiamare migliaia di visitatori anche dall’estero. È Scorrano, la cittadina del Leccese che quest’anno porterà le sue straordinarie decorazioni a Bologna, nel Parco del cibo più grande del mondo. Dal 9 novembre alle 18, FICO Eataly World si vestirà infatti con la magia di migliaia di luci natalizie, dando vita a un simbolico “gemellaggio di luci” che vedrà le luminarie accendersi in tutto il Parco. Tre i grandi alberi di Natale addobbati, di sette metri di altezza e sei di diametro, che diventeranno un tripudio di luci natalizie mozzafiato. Inoltre, all’interno di FICO saranno più di 30mila led multicolori più altre luci 45mila micro luci che copriranno i chioschi, decoreranno la pista ciclabile, i suoi alberi bianchi e il Teatro Arena, disegnando suggestive installazioni luminose, dal quadrifoglio al diamante fino alla racchetta, rombi e quadrati coloratissimi.

Al momento magico dell’accensione prenderanno parte il vicesindaco di Bologna Marilena Pillati, insieme al sindaco di Scorrano Guido Nicola Stefanelli e il vicesindaco Carmelo Presicce, l’amministratore delegato di FICO Tiziana Primori e Giuseppe De Cagna, amministratore delegato dell’omonima azienda che da oltre 80 anni realizza queste celebri luci natalizie. Subito dopo, alle 19, il Teatro Arena sarà il palcoscenico dall’esibizione del coro Jubilation Gospel Choir.

Le luminarie allestite a FICO, composte da numerosissimi led di ultima generazione e progettate ad hoc solo per questo evento, saranno sorrette da strutture uniche create da progettisti e artigiani di De Cagna con un lavoro certosino e complesso, come quello della creazione di un mosaico.

“Il nostro lavoro è il risultato del connubio tra l’amore per le tradizioni della nostra terra, Lecce e la Puglia, e la maestria di artigiani e professionisti che, da tre generazioni, riescono a portare le nostre luminarie in tutta Italia e nel mondo, adattandole a spazi nuovi e a culture molto diverse da quella in cui sono nate”, ha affermato Giuseppe De Cagna. “Allestire a FICO le nostre luminare, progettandole ad hoc, è stato un lavoro entusiasmante, creativo e di squadra con tutto il team del Parco. Dal sopralluogo al montaggio dei primi pali in legno, fino a quello della struttura che è stata poi coperta dalle moltissime luci a led: dopo tutti i controlli di struttura ed elettrici, quando le nostre opere si accendono riescono davvero a portare l’anima della Puglia fuori dai suoi confini. La magia che emanano ripaga abbondantemente di ogni fatica per allestirle”, ha concluso l’amministratore delegato.

Le luci di Scorrano illumineranno FICO per tutte le festività e oltre, fino all’11 gennaio 2020. L’iniziativa fa parte della rassegna “Comuni in festa”, che ha portato a FICO i prodotti e le tradizioni di oltre 100 municipi e territori italiani. Il Comune della cittadina salentina, infatti, il 9 e 10 novembre sarà presente in Piazza Eataly World con le proprie eccellenze del territorio.