Lalo Cibelli il 14 gennaio in semifinale a The Voice Senior

173
Nino Saetti ph

SAVIGNANO SUL PANARO (MO) – Dopo un’esperienza trentennale nel mondo della musica, il suo esordio infatti risale al 1991 al Cantagiro con Epic/Sony Music, e collaborazioni prestigiose, Lalo Cibelli, si è presentato in tutta la sua autenticità il 3 dicembre davanti ai giudici della seconda edizione di The Voice Senior, il programma prodotto da Fremantle in onda ogni venerdì in prima serata su Rai1, mettendo a nudo la sua vena intimista e la sua statura umana, senza veli o sovrastrutture.

Anche nella scelta del brano per le Blind Auditions, piuttosto che puntare su una interpretazione che mettesse in evidenza le sue capacità vocali, ha preferito optare per un omaggio, fatto con il cuore, a Lucio Dalla di cui è stato amico e collaboratore e che lo ha definito, in occasione della sua partecipazione nel ruolo di Spoletta nel musical Tosca – Amore disperato, “la più bella voce soul d’Italia”.

La sua interpretazione di Futura, brano scelto anche perché in sintonia con i tempi che stiamo vivendo e che comunque è un grido di speranza, ha emozionato i giudici e gli ha permesso di entrare nella squadra di Gigi D’Alessio e successivamente di accedere alla semifinale.

Lo vedremo quindi nuovamente in scena venerdì 14 gennaio in prima serata su Rai1 per l’attesissima semifinale di The Voice Senior, sostenuto dal suo pubblico e dai suoi tantissimi fan, con la speranza che la sua professionalità venga nuovamente premiata.

Ma intanto Lalo Cibelli da Savignano sul Panaro, ha anche altri importanti impegni, infatti proprio per confermare ancora una volta il suo speciale legame con il compianto cantautore bolognese, ha deciso  di pubblicare il suo nuovo disco dal titolo “Alibi Perfetto”, arrangiato da Roberto Costa, storico collaboratore, produttore e bassista di Lucio Dalla, che contiene ben tre famosi brani Caruso, La casa in riva al mare  e Tu parlavi una lingua meravigliosa sapientemente reinterpretati, proprio a marzo, in occasione del decennale della scomparsa.

Marzo 2022 sarà anche l’occasione, per far ripartire il progetto “Al dolce fresco delle siepi”, serate musicali dedicate a Lucio Dalla che nel corso di questi anni hanno visto la presenza di Cibelli in varie location di tutte Italia.

Durante il programma televisivo, con emozione e improvvisazione ha duettato con Gigi D’Alessio, interpretando una delle canzoni più amate dal pubblico italiano, Anna e Marco, ma Lalo Cibelli, può però esibire nel suo curriculum canoro anche duetti estemporanei con Bono (Unchain my heart), con Lionel Ritchie, i Deep Purple, Grace Jones in occasione delle svariate edizioni di Pavarotti & Friends a cui ha partecipato in qualità di collaboratore e intrattenitore musicale.

Durante alcuni tour dei Nomadi ha dato il suo contributo come compositore, direttore ed esecutore dei cori con partecipazioni live e in studio per i famosi album Sos con rabbia e con amore e Liberi di Volare.

Si è presentato in TV come maestro di musica, ha dichiarato di insegnare ai bambini, ma ha omesso con modestia di sottolineare il suo impegno a livello nazionale (a febbraio sarà a Cosenza) con la sua masterclass “Cantare sé stessi” rivolta a giovani cantanti e attori, sia di musica pop sia di musical.