La tessera sanitaria si trasforma in “carta prepagata” per il sussidio ai più bisognosi

CattolicaIl Comune di Cattolica verso la digitalizzazione dei Servizi Sociali. L’assessore Pesci soddisfatta per l’iniziativa. “Puntiamo ad avvicinare cittadino e Pubblica Amministrazione lavorando su trasparenza, semplificazione e prossimità ai bisogni”

CATTOLICA (RN) – L’amministrazione Comunale di Cattolica, grazie al recente aggiornamento della procedura di interventi economici, riduce i tempi di attesa dell’elargizione dei sussidi ai cittadini bisognosi e ne garantisce il corretto utilizzo. Si tratta di un progetto di “digitalizzazione dell’azione amministrativa” che utilizzerà la tessera sanitaria personale, già in possesso degli utenti, trasformandola in una sorta di “carta prepagata” da impiegare presso esercenti privati, appositamente abilitati, presenti nel territorio comunale e dei comuni limitrofi.

I contributi saranno caricati dagli uffici comunali sulla tessera sanitaria tramite portale informatico ed un SMS avviserà gli utenti della disponibilità di risorse. Il sussidio potrà essere speso unicamente per l’acquisto di beni di prima necessità (prodotti alimentari, farmaceutici, pagamento delle utenze, libri scolastici). I Servizi Sociali comunali avranno così la possibilità di rendere immediatamente fruibile il beneficio per il cittadino, potendo inoltre effettuare verifiche in tempo reale sull’effettivo utilizzo della misura pubblica concessa.

“Sono pienamente soddisfatta – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Patrizia Pesci – dell’iniziativa intrapresa. Tale azione non deve essere intesa come mera sperimentazione fine a se stessa, ma si inserisce in un più ampio programma di riorganizzazione dei Servizi Sociali. Abbiamo intrapreso questo percorso sin dall’approdo a Palazzo Mancini, ripensando il rapporto tra cittadino e Pubblica Amministrazione. Il sistema di regolamentazione delle politiche sociali ed abitative dovrà giungere ad un assetto maggiormente improntato a principi di trasparenza, semplificazione e prossimità ai bisogni espressi dalla comunità locale. L’obiettivo è che sia garantito l’ottimale utilizzo delle risorse pubbliche ed il più ampio raggio di intervento in favore delle categorie più deboli”.

Il progetto è stato possibile grazie alla preziosa collaborazione dell’azienda partner DAY Welfare SpA, già fornitrice dei buoni pasto per i dipendenti dell’Amministrazione comunale di Cattolica. In questa prima fase di implementazione, lo Sportello Sociale comunale supporterà i cittadini garantendo la massima informazione sul funzionamento del sistema ed orientando al corretto utilizzo dello stesso. Per informazioni e necessità di approfondimento, è possibile consultare il sito internet del Comune di Cattolica o contattare l’ufficio Servizi Sociali al numero di tel. 0541-966564.