La spirale di solidarietà si allarga: nasce la prima ambulanza veterinaria di Parma

17

PARMA Presto l’Assistenza Pubblica di Parma attiverà un nuovo servizio. Si tratta di un’ambulanza veterinaria, che verrà messa a disposizione dei cittadini e dei loro amici animali.

La Pubblica, da sempre sensibile e attenta al benessere della sua città, ha deciso di promuovere questa nuova attività con l’obiettivo di garantire la tutela e il benessere, non solo dei parmigiani, ma anche quello dei loro animali d’affezione. Il progetto si avvale della collaborazione del Comune di Parma, dell’Ordine Medici Veterinari della Provincia di Parma, del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università degli Studi di Parma, dell’Area Dipartimentale di Sanità Pubblica Veterinaria – AUSL di Parma.

Si tratta di un mezzo che sarà di supporto a tutti coloro che hanno necessità di trasportare il proprio animale, in maniera sicura e con il supporto di operatori formati e presidi indicati, presso strutture veterinarie. Tale servizio si configura come un’iniziativa di qualità rivolta agli animali e un supporto ai proprietari, anche anziani o disabili, che non potrebbero fare fronte autonomamente al trasporto del proprio animale.

Il nuovo servizio per tutti gli animali domestici e i loro padroni prevede l’utilizzo di una ambulanza allestita per l’uso specifico e sarà gestito da volontari, veterinari e non, con formazione specifica che verrà organizzata presso la sede dell’Assistenza Pubblica in via Gorizia,3, Parma in sinergia e con la partecipazione del Comune di Parma. L’obiettivo è quello di integrare nello stesso momento formativo sia i nuovi volontari di Assistenza Pubblica che i volontari che già operano all’interno del polo Animali d’Affezione e accreditati dal Comune di Parma. Una combinazione di risorse che darà nuova linfa a tutto il sistema che si occupa del benessere animale. Inoltre, i volontari di entrambe le Istituzioni si troveranno inevitabilmente ad interagire e a supportarsi nel corso delle proprie attività istituzionali, tutte finalizzate allo stesso principio di solidarietà verso gli animali.

La formazione potrà contare sul contributo dell’Ordine dei Medici Veterinari di Parma, del comune di Parma, settore benessere Animale, del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università di Parma e dell’Area Dipartimentale di Sanità Pubblica Veterinaria – AUSL di Parma, che si alterneranno nelle serate di studio con professionisti e docenti delle rispettive istituzioni.

I volontari saranno equipaggiati con abbigliamento idoneo che consentirà alla popolazione di distinguere questo tipo di servizio da quello a cui l’Assistenza Pubblica di Parma si dedica per tradizione. Il corso inizierà il 18 ottobre e si svolgerà in 8 incontri, ogni martedì e venerdì, dalle ore 20.30 alle 22.30, e si concluderà con un test finale. Gli argomenti che verranno trattati sono: la normativa sul soccorso e sul benessere degli animali d’affezione; il comportamento e la comunicazione del cane e del gatto e le corrette modalità di contenimento e manipolazione; la gestione e il recupero dell’animale traumatizzato; il corretto utilizzo degli strumenti di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale; doveri e comportamenti del volontario.

Per diventare volontari occorre mandare una mail a: progetto.amicopet@apparma.org, indicando

Nome, cognome, indirizzo e-mail e numero di telefono.

«La Pubblica – ha dichiarato Luca Bellingeri, Presidente Assistenza Pubblica Parmasi conferma un laboratorio di nuove idee rivolte ai bisogni emergenti dei nostri concittadini e, in questo caso, anche dei tanti animali domestici che abitano le nostre case. L’augurio è che tante nuove persone possano accostarsi alla Pubblica e conoscere la nostra realtà, scegliendo di donare il proprio tempo in cause di volontariato, così come circa un migliaio di nostri concittadini già fa, svolgendo gli altri nostri servizi».

«L’Assistenza Pubblica di Parma è, per storia consolidata, cuore pulsante della nostra città e, con questo nuovo e importante progetto, rinnova la sua grande attenzione alle esigenze delle persone e delle loro famiglie, dedicandosi anche agli animali che ne fanno parte – spiega il Vicesindaco Lorenzo Lavagetto -. Il Comune di Parma, in virtù della centralità delle politiche del welfare animale nella propria mission, non può che rendersi assolutamente proattivo e contribuire alla realizzazione di questo progetto che farà di Parma una eccellenza anche in campo della assistenza pubblica veterinaria».

«L’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Parma – ha affermato Alberto Brizzi, Presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari è onorato di poter portare il suo contributo e quello dei suoi iscritti alla realizzazione di questa iniziativa che esprime, se mai ce ne fosse bisogno, l’inclusività che caratterizza tutta la vita dell’Assistenza Pubblica di Parma. Con la creazione di questo servizio l’impegno per la tutela del soggetto in condizioni di necessità di assistenza viene ampliato e comprenderà gli animali d’affezione come oggetto dell’attenzione e dell’attività che l’Assistenza Pubblica ha svolto e continua a svolgere per dare alla solidarietà una veste sempre più concreta.»

Il Prof. Giacomo Gnudi, Direttore del Dipartimento di Scienze Medico-Veterinarie dell’Università degli Studi di Parma ha detto: «Sono profondamente soddisfatto per l’istituzione del servizio di Ambulanza Veterinaria, che sarà di supporto a tutti coloro che hanno necessità di trasportare il proprio animale presso strutture veterinarie. Tale servizio si configura come un servizio trasversale anche nei confronti dell’attività clinico-assistenziale e didattica dell’Ospedale Veterinario Universitario Didattico del Dipartimento di Scienze Medico Veterinarie, importante attività di Terza Missione del nostro Ateneo».

«Il Servizio veterinario dell’AUSL di Parma – ha affermato il Direttore dell’Area Dipartimentale di Sanità Pubblica Veterinaria, Paolo Cozzolinosegue con soddisfazione e supporta l’iniziativa dell’Assistenza Pubblica di Parma in quanto non solo coerente con i principi istituzionali di tutela della salute e del benessere animale, ma anche funzionale alle esigenze più volte manifestate dalla cittadinanza e dagli Enti pubblici di assistenza al trasporto degli animali di affezione. Una iniziativa al passo con i tempi».

«Il progetto – ha dichiarato Maurizio Romanelli, Consigliere Assistenza Pubblica Parma e Responsabile dell’iniziativa – è ambizioso, poiché mette in preventivo numerose difficoltà. Rappresenta un segno di grande civiltà verso la città e sarà la conferma di quanto l’Assistenza Pubblica di Parma, così come le istituzioni che ci appoggiano in questa iniziativa, abbiano a cuore una questione di rilevanza nazionale che richiede un’assunzione di responsabilità da parte di tutta la società. In questo cammino Parma sarà all’avanguardia, con l’attivismo dell’associazione e degli enti locali, per contribuire a promuovere e a sviluppare iniziative volte a salvaguardare la vita, la salute e il rispetto degli animali».

Il progetto si avvale anche della collaborazione indispensabile e determinante dei Professionisti in elenco a cui va tutta la nostra gratitudine e riconoscenza:

Dott.ssa Moira Anna Balbi Settore Cittadinanza Attiva-Pari Opportunità e Benessere Animale del Comune di Parma i cui sforzi e contributo all’iniziativa si riassumono in competenze e sensibilità uniche come il suo saper essere sempre generosa e attenta, grazie di cuore!

Il Dott. Luca Zarenghi, già Direttore del Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche dell’Azienda USL Parma, che assume anche il ruolo di responsabile medico del servizio;

La dott.ssa Rita Drago, veterinaria e Coach per il miglioramento delle capacità comunicative uomo-animale ed esperta in IAA per gli interventi assistiti con animali (pet Terapy);

Dott. Daino Ivo Ungari Direttore ff Servizio Igiene Allevamenti e Produzioni Zootecniche – Area Dipartimentale Sanità Pubblica Veterinaria AUSL di Parma.

Il dott. Giorgio Mezzatesta, conosciutissimo e stimato professionista cittadino che nel suo amare i soggetti più deboli e fragili, ha sempre posto al primo posto i loro bisogni, senza mai escludere quel legame, che merita il massimo rispetto, che li lega a cani e gatti che nella sua vita, anche professionale, ha sempre difeso instancabilmente