“La scintilla della vita: da Frankenstein alla biologia sintetica. Letteratura, Cinema, Scienza”

Il video dell’assessore Michele Guerra e di Giovanni Galli, presidente dell’associazione Amici della Biblioteca San Leonardo, per la presentazione del nuovo ciclo di incontri della Scuola Popolare di Cultura Scientifica

PARMA –  In occasione dei duecento anni dalla pubblicazione del romanzo “Frankenstein, ovvero il moderno Prometeo”, l’associazione Amici della Biblioteca San Leonardo e l’assessorato alla Cultura del Comune di Parma propongono alla città una riflessione su temi che hanno tutt’oggi una rilevanza scientifica ma anche etica e politica quanto mai attuale: il “funzionamento” dell’essere vivente, la possibilità ed i rischi della sua manipolazione.

Il programma si articola in quattro incontri, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, che si terranno da oggi, martedì 6, tutti i martedì sera di novembre, alle ore 21, all’Auditorium Toscanini di via Cuneo e vedranno protagonisti docenti di diverse discipline, dalla letteratura al cinema, dalle neuroscienze alla biologia, dell’Università di Parma e Milano.

Per l’occasione il pubblico potrà visionare e prendere in prestito i titoli proposti dalla Biblioteca Civica.

Il video dell’assessore Michele Guerra e di Giovanni Galli, presidente dell’associazione Amici della Biblioteca San Leonardo, per la presentazione del nuovo ciclo di incontri della Scuola Popolare di Cultura Scientifica https://www.facebook.com/officialparma/posts/2096334200679419

Il romanzo “Frankenstein, ovvero il moderno Prometeo” fu pubblicato, inizialmente, in forma anonima con la prefazione di P. B. Shelley, così che molti lo attribuirono al grande poeta. Successivamente, e non senza polemiche, si riconobbe l’autrice in Mary Wallstoncraft Godwin, moglie di Shelley.

Frankenstein (come usualmente viene chiamato il romanzo, spesso ritenendolo il nome della “creatura” anziché quello del suo creatore) dopo le prime controversie ebbe un successo straordinario, specialmente quando venne riconosciuto opera di una donna, fino a diventare il prototipo di tutto un filone letterario e a trovare in numerosissimi e celebri film una rinnovata fortuna.

Questo progetto rientra nell’ambito del Festival della cultura tecnica ed è realizzato con il sostegno dell’assessorato alla Cultura del Comune di Parma, il patrocinio dell’Università di Parma, e la collaborazione delle Biblioteche Comunali, dell’Università Popolare di Parma, del Gruppo Medaglie d’Oro Bormioli Rocco e del Circolo Anziani il Tulipano.

Programma:

Martedì 6 novembre, ore 21

Frankenstein. La reinvenzione dell’umano fra romanzo e film.

Incontro con Diego Saglia e Sara Martin

Martedì 13 novembre, ore 21

I nuovi fenomeni elettrici tra fine 700 e inizio 800.

Incontro con Luca Trentadue

Martedì 20 novembre, ore 21

Tra isole cerebrali e zombie digitali: il ritorno di Frankenstein. Elettricità e cervello.

Incontro con Marcello Massimini. Col contributo di Giacomo Rizzolatti e di Pietro Avanzini

Martedì 27 novembre, ore 21

Manufatti viventi. L’Homo faber fra ingegneria genomica e biologia sintetica.

Incontro con Giorgio Dieci.