La reggiana Lisa Iotti il 21 aprile ospite delle 100 voci del Teatro dell’Orsa

61

Giornalista e autrice di docufiction per Rai Tre e Sky e autrice del fortunato 8 secondi. Viaggio nell’era della distrazione (Il Saggiatore), dialogherà in diretta streaming con Monica Morini

REGGIO EMILIA – Com’è possibile che la nostra attenzione sia diventata inferiore a quella di un pesce rosso? Ed è vero che i like di Facebook stimolano le stesse aree attivate dall’assunzione di stupefacenti? In che modo la presenza di uno smartphone nelle vicinanze incide sulle nostre capacità cognitive? I social stanno modificando la struttura del nostro cervello? Queste domande -alla base del suo recente saggio 8 secondi. Viaggio nell’era della distrazione (Il Saggiatore) saranno il punto di partenza del dialogo tra la giornalista e autrice reggiana Lisa Iotti e Monica Morini, in programma mercoledì 21 aprile alle ore 21 nell’ambito del ciclo di conversazioni 100 voci – Radici di futuro.

L’appuntamento, parte del progetto ARSAN Arte Resistente Sostenibile Aperta Necessaria, sarà ancora una volta in diretta streaming sulla pagina Facebook della Casa delle Storie di Reggio Emilia e sul canale YouTube del Teatro dell’Orsa, in attesa che, presto, si possa ritornare a incontrarsi in presenza.

«La mappa di ARSAN si allarga, indaghiamo la nostra relazione con la memoria, con l’attenzione a noi all’altro, nell’era della distrazione, lo facciamo con Lisa Iotti, che è una giornalista formidabile, autrice di un libro che ci ha profondamente colpiti.  La voce narrante di 8 secondi è autentica, disarmante, fa luce sulla nostra relazione di dipendenza dai social e le conseguenze possibili nel tempo fragile che attraversiamo» riflette Monica Morini «Saremo come sempre in dialogo aperto, salvando parole, con le scelte e lo sguardo di una persona che ha radici a Reggio Emilia, da molti anni vive a Roma e con le sue inchieste attraversa il mondo».

Lisa Iotti, giornalista, autrice televisiva e scrittrice. Nata a Reggio Emilia, laureata in Lettere Moderne a Bologna, dopo aver oscillato per anni tra la Storia dell’Arte e la stampa locale è approdata alle docufiction, un genere televisivo che racconta la realtà attraverso gli strumenti narrativi della fiction (Reparto Maternità, Fox Life; Il Mestiere di vivere, Rai Tre) e al giornalismo d’inchiesta: prima a Exit (La7) e poi a Presadiretta (Rai 3), il programma di Riccardo Iacona dove da dieci anni è inviata la cui puntata «Iperconnessi» ha vinto il premio Goffredo Parise per il reportage. È autrice del recentissimo 8 secondi. Viaggio nell’era della distrazione (Il Saggiatore).

Il percorso di Arsan proseguirà per tutto il 2021 alla Casa delle Storie di Via Beretti 24, nel quartiere Gattaglio di Reggio Emilia e, appena possibile, in presenza anche in altri luoghi pubblici della città.

Pagina Facebook della Casa delle Storie: https://www.facebook.com/casadellestorie.orsa

Canale Youtube del Teatro dell’Orsa: https://www.youtube.com/channel/UCHVdP6vIhiRgF8k4V0C_ZRQ

Info sul Teatro dell’Orsa: http://www.teatrodellorsa.com/

Info sulla Casa delle Storie: http://www.casadellestorie.it/

Il progetto Arsan a cura del Teatro dell’Orsa è realizzato con il contributo del Comune di Reggio Emilia. Si inserisce nell’ambito del programma di attività promosse dalle città di Reggio Emilia, Parma e Piacenza e dalla Regione Emilia-Romagna in occasione di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21.