“IO RESTO. Rimini ha cura di sé”

6
gianfreda, sadegholvaad, raggi, grossi, colamaria

Lunedì 6 dicembre l’evento di condivisione e supporto della città ai medici e infermieri riminesi

RIMINI – È stato presentato nella mattinata di giovedì 2 dicembre nella sala Giunta del Comune di Rimini “IO RESTO. Rimini ha cura di sé”, Un evento di condivisione della città con il personale sanitario in prima fila nel contrasto alla pandemia sanitaria. L’occasione sarà la proiezione del film-documentario “IO RESTO” di Michele Aiello, in programma lunedì 6 dicembre, presso il Cinema Fulgor, organizzata dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche e dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Rimini .

A presentare l’iniziativa erano presenti i rappresentanti del Comune di Rimini (il sindaco Jamil Sadegholvaad e l’assessore alla protezione sociale e politiche per la salute, Kristian Gianfreda), Francesca Raggi – direttore Direzione Sanitaria presidio ospedaliero Rimini, Maurizio Grossi – presidente Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Rimini, Nicola Colamaria – presidente OPI (Ordine professioni infermieristiche)

La pandemia sanitaria – ha ricordato Kristian Gianfreda – che ha colpito così duramente il nostro paese, continua ad avere ripercussioni sul tessuto economico, sociale e professionale. Se oggipossiamo guardare diversamente al nostro futuro, lo dobbiamo in particolare ad alcune categorie professionali, in primis medici, infermieri e personale sanitario. Esperti e competenti professionisti ma, soprattutto, uomini e donne dal grande spessore umano, etico e sociale. La città di Rimini e la sua comunità devono ringraziare calorosamente queste persone.

Tutto questo lavoro però, seppur necessario, non è sufficiente. Quello che serve è un assunzione di responsabilità collettiva per sostenere il lavoro di ricerca e cura che ci ha permesso di superare i momenti più difficili dell’emergenza sanitaria e ci accompagnerà anche in futuro. Dalle storie raccolte, dalle esperienze vissute in questi lunghi mesi dal personale sanitario è nata così l’idea di incontrarne i protagonisti. Insieme ad Ausl Romagna abbiamo programmato un evento in cui infermieri, medici e personale sanitario possano pubblicamente raccontare la propria esperienza, un’occasione di ascolto e condivisione per sostenere il mondo delle professioni sanitarie. Un evento che, per essere condiviso nella maniera più vasta possibile, renderemo pubblico attraverso la trasmissione in streaming sui canali sociale del Comune di Rimini”.

Ci troviamo oggi nella sala Giunta – ricorda il sindaco Sadegholvaad – la stessa da cui, in una Rimini spettrale, senza nessuno in giro, con l’allora sindaco e giunta ci riunivamo solo un anno fa per scelte anche drammatiche. Se oggi le condizioni sono diverse lo dobbiamo in particolare a questi professionisti. Ecco allora che questa Amministrazione comunale, partecipando insieme ai consiglieri comunali all’iniziativa, vuole dare un segnale di condivisione, unità e responsabilità. L’appello che faccio ai cittadini è quello di vaccinarsi, perché è tramite questo strumento che riusciremo ad essere più efficaci a livello sanitario e più veloci e forti nella ripresa”.

“IO RESTO”

L’occasione sarà la proiezione del film-documentario “IO RESTO” di Michele Aiello, in programma lunedì 6 dicembre presso il Cinema Fulgor, organizzata dall’Ordine delle Professioni Infermieristiche e dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Rimini . Il documentario, girato all’interno dell’ospedale di Brescia durante la prima ondata di pandemia Covid-19, racconta il dramma vissuto dal personale e dai pazienti, il loro rapporto umano, la paura e la speranza per il futuro.

La proiezione è in programma alle ore 20 del 6 dicembre 2021 presso il Cinema Fulgor di Rimini, Corso d’Augusto n. 161.

Nel docufilm, il regista introduce lo spettatore nell’ospedale cittadino per mostrare dall’interno quanto accade nei reparti in cui si tenta di salvare chi è stato colpito in modo severo dal Covid affrontando con professionalità ed umanità la pandemia. Il film documentario mostra dalle più diverse angolazioni il rapporto tra medici, infermieri e pazienti: l’unico in grado di sopperire all’isolamento, anche per lunghi periodi, delle persone affette da virus.

La proiezione sarà preceduta da un breve confronto – che sarà trasmesso anche in streaming sui canali social del Comune di Rimini – al quale parteciperanno i Presidenti degli Ordini degli Infermieri e dei Medici della Provincia di Rimini, l’Amministrazione Comunale di Rimini, l’Azienda USL della Romagna e alcuni sanitari impegnati nella lotta alla pandemia.

La partecipazione in sala, per motivi di sicurezza, è riservata al personale sanitario e agli iscritti OPI Rimini (www.opirimini.it) e OMCeO Rimini (www.omceo.rn.it) con prenotazione obbligatoria sui siti istituzionali. Per accedere alla sala sarà necessario il possesso del Green Pass.