Formazione universitaria delle persone detenute: la docente dell’Università di Parma Vincenza Pellegrino nel direttivo della CNUPP

17

La Conferenza Nazionale dei Delegati dei Rettori per i Poli Universitari Penitenziari istituita dalla CRUI

foto dal sito dell’Università di Parma

PARMA – Vincenza Pellegrino, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Parma e Delegata del Rettore al Polo Universitario Penitenziario (PUP) e alle attività di didattica come ricerca collettiva, è stata eletta nei giorni scorsi nel Consiglio direttivo della CNUPP, la Conferenza Nazionale dei Delegati dei Rettori per i Poli Universitari Penitenziari istituita dalla CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università italiane.

Questo Consiglio elettivo, formato da cinque componenti di diverse Università impegnate nei progetti PUP, svolge tra gli altri un ruolo di mediazione fra la CNUPP e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, al fine di contribuire alla trasformazione dei contesti detentivi in un quadro di supporto al diritto allo studio.

Con la prof.ssa Pellegrino sono stati eletti in Consiglio Giancarlo Monina (Presidente), Emmanuele Farris, Teresa Consoli e Francesca Vianello. Il nuovo direttivo resterà in carica per il triennio 2024-2027.

Per la docente dell’Università di Parma, da anni impegnata sul tema della formazione universitaria in carcere, si tratta senz’altro di un riconoscimento importante. Lo stesso si può dire per l’Ateneo, che con il suo PUP fa parte della rete dei Poli universitari penitenziari italiani. La specificità del Polo di Parma è quella di accogliere studenti detenuti in regime di alta sicurezza, presentandosi quindi come una sfida particolare nel panorama nazionale.