Invasione di topi in via Medri: nuovi interventi di derattizzazione

CESENA – Proseguono le operazioni per debellare l’invasione di topi in via Medri a Gattolino.

Questa mattina la ditta incaricata dal Comune ha provveduto a collocare 10 ulteriori scatole con esche topicide, in aggiunta alle due già presenti sul posto, mentre i tecnici del Settore Ambiente del Comune e dell’Unità Operativa di Igiene Pubblica hanno effettuato un nuovo sopralluogo per valutare la situazione.

“Fra le ipotesi prese in considerazione – segnalano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche Ambientali Francesca Lucchi – la più verosimile è che l’anomala invasione di ratti sia da ricollegare alla presenza nella zona di un allevamento di piccioni che ha cessato l’attività il 31 dicembre scorso. Con la sua chiusura, infatti, è venuto meno l’approvvigionamento di mangime di cui la colonia di topi si nutriva e questo avrebbe spinto i roditori ad uscire allo scoperto per cercare nutrimento altrove. Per questo, l’Igiene pubblica ha stilato una serie di adempimenti per l’impresa titolare dell’allevamento dismesso”.

In particolare, entro 24 ore l’impresa dovrà attuare nell’ area della piccionaia un piano di derattizzazione nel rispetto delle regole, provvedendo poi a rimuovere giornalmente le carcasse rivenute sul posto.

Inoltre, entro 20 giorni dovrà provvedere a bonificare l’area eliminando il materiale di risulta presente

Al termine di questo periodo l’Unità operativa di Igiene pubblica dell’Asl Romagna verificherà che tutte queste prescrizioni siano state rispettate, ma nel frattempo si riserva di svolgere ulteriori sopralluoghi.

A titolo precauzionale, inoltre, è stato chiesto all’Istituto Zooprofilattico di Forlì di analizzare alcuni campioni prelevati in via Medri per verificare l’eventuale presenza di patologie particolari.